Il regolatore brasiliano multa Apple di 2 milioni di dollari per non aver incluso i caricabatterie con iPhone 12

L’agenzia per la protezione dei consumatori nello stato brasiliano di San Paolo ha multato Apple di 2 milioni di dollari per non aver incluso caricabatterie nelle confezioni di iPhone 12, secondo 9to5 Mac. Procon-SP afferma che Apple si è impegnata in “pubblicità ingannevole, vendita di un dispositivo senza caricabatterie e clausole abusive”.

Apple ha annunciato a ottobre che l’iPhone 12 e non sarebbe arrivato con caricabatterie o auricolari nelle loro scatole, citando preoccupazioni ambientali. Includendo solo un cavo da USB-C a Lightning con iPhone 12 e altri nuovi modelli, Apple ha affermato che sarebbe in grado di ridurre le materie prime per ogni iPhone che vende, oltre a ridurre le dimensioni delle scatole dei telefoni. I critici hanno suggerito che il cambiamento avesse più a che fare con il consentire ad Apple di ridurre i costi di spedizione e gli esperti ambientali hanno affermato che l’impatto sull’ambiente sarebbe probabilmente minimo.

Procon ha detto di aver chiesto ad Apple se la società avrebbe ridotto il prezzo dell’iPhone 12 poiché non c’erano caricabatterie inclusi e non ha ricevuto risposta. L’agenzia ha anche accusato l’azienda di non essere riuscita ad aiutare i clienti che avevano “problemi con alcune funzioni” sui loro iPhone a seguito degli aggiornamenti. Un portavoce dell’agenzia ha detto che Apple “deve rispettare queste leggi e queste istituzioni”.

La multa non sembra essere particolarmente preoccupante per Apple, che ha registrato entrate per $ 111,4 miliardi nel primo trimestre del 2021 (il totale include le vendite per le festività del 2020 dei modelli di iPhone 12).

Apple non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento di sabato da The Verge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *