L’ex Dallas Maverick Shawn Bradley è rimasto paralizzato dopo che l’auto ha colpito la sua moto, dice il team



Bradley ha rilasciato i dettagli mercoledì per la prima volta dall’incidente del 20 gennaio a un isolato dalla sua casa a St.George, Utah, i Mavericks ha detto in una dichiarazione.

L’ex giocatore di basket di 7 piedi e 6 pollici ha subito un intervento di fusione del collo in seguito all’incidente e ha trascorso le ultime otto settimane in ospedale e in riabilitazione, secondo il comunicato.

“Il suo fortissimo senso di fede viene messo alla prova mentre partecipa a estenuanti terapie fisiche e impara come affrontare le sfide della paraplegia”, ha detto il team.

“I medici gli hanno comunicato che la sua strada verso la guarigione sarà lunga e ardua, forse una sfida fisica ancora più difficile che giocare a basket professionistico”.

Tuttavia, è di buon umore, secondo la dichiarazione, e prevede di utilizzare l’incidente “come una piattaforma per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della sicurezza della bicicletta”, afferma il comunicato.

Il proprietario di Mavericks, Mark Cuban, si è detto “rattristato” nel sentire dell’incidente.

“Shawn è sempre stato incredibilmente determinato e ha mostrato uno spirito combattivo”, ha detto Cuban. “Non gli auguriamo altro che il meglio per la sua guarigione. Farà sempre parte della nostra famiglia Mavs”.

Nelle sue più di otto stagioni con la squadra, Bradley “ha dimostrato tutte le qualità che desideri in una persona che rappresenta la tua organizzazione”, ha detto il direttore generale di Mavericks Donnie Nelson. “Ha sempre mostrato grinta e determinazione incrollabili e stiamo pensando a lui in questo momento difficile. È un Maverick per la vita”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *