Il Congresso cerca di mettere la FTC in condizioni di combattimento

Giovedì, i legislatori della Commissione giudiziaria della Camera hanno tenuto un’audizione con alcuni dei più importanti attori nell’applicazione delle norme antitrust oggi. Due leader della Federal Trade Commission e due procuratori generali dello stato che attualmente citano in giudizio Facebook per aver violato la legge antitrust hanno testimoniato davanti al comitato.

Ma mentre i legislatori hanno parlato ampiamente di smantellare aziende come Facebook e Google, le forze dell’ordine sono quelle che hanno il potere reale di sciogliere le fusioni tecnologiche, anche se i loro budget in calo e le loro misere risorse rendono più difficile farlo. Giovedì, i membri del Congresso hanno segnalato che vogliono aiutarli a intentare più azioni legali contro Big Tech.

COSA SIGNIFICA

In precedenti udienze, il presidente della commissione Rep. David Cicilline (D-RI) e altri hanno rilasciato dichiarazioni radicali sulla definizione di nuove regole della strada per le aziende tecnologiche al fine di stimolare una maggiore concorrenza nel mercato. Ma giovedì è diventato evidente che aiutare le forze dell’ordine a fare il loro lavoro potrebbe essere il primo punto di interesse del Congresso quando si tratta di riforme.

All’inizio dell’udienza di giovedì, Cicilline ha chiesto ai testimoni come il Congresso potrebbe aiutare a modernizzare l’applicazione delle fusioni e incoraggiare agenzie come il DOJ e la FTC ad assumere più casi.

“L’udienza di oggi è un’opportunità per compiere ulteriori passi … identificando le riforme per sviluppare e chiarire le leggi antitrust per affrontare il problema del monopolio americano”, ha detto Cicilline nelle sue osservazioni di apertura giovedì.

È qualcosa che anche i repubblicani sembrano desiderosi di affrontare. Il rappresentante del membro del ranking Ken Buck (R-CO) ha detto giovedì di sostenere “una rigorosa applicazione crescente” della legge antitrust e “la riforma degli oneri della prova per le fusioni Big Tech che coinvolgono una piattaforma di monopolio”, in pratica, rendendo più facile per le forze dell’ordine portare azioni legali contro la violazione delle società tecnologiche.

Ma Rebecca Slaughter, presidente in carica della FTC, ha detto ai legislatori che il loro lavoro non dovrebbe fermarsi qui. “Credo fermamente che un’applicazione efficace sia un complemento, non un’alternativa, a una regolamentazione attenta”, ha affermato.

GLI HIGHLIGHT

Durante l’udienza di giovedì, ho parlato con la senatrice Amy Klobuchar (D-MN) delle priorità del Congresso quando si tratta di riforma dell’antitrust. Ho chiesto a Klobuchar se il Congresso dovrebbe dare la priorità ad aiutare le forze dell’ordine e fornire loro più risorse quando si tratta di riforma dell’antitrust.

“Questo è qualcosa che puoi fare mentre fai la causa per le modifiche alla legge”, ha detto Klobuchar. “Ero così vicino a farlo alla fine dell’anno.”

Klobuchar ha pubblicizzato il suo pacchetto antitrust con il senatore Chuck Grassley (R-IA) chiamato “Legge sulla riforma della legge sulla concorrenza e sull’antitrust”. Quel disegno di legge fornirebbe alle forze dell’ordine più risorse per portare i casi di concorrenza in tribunale, rispecchiando gran parte di ciò che la commissione giudiziaria della Camera ha discusso giovedì.

Venerdì Klobuchar terrà anche un discorso virtuale sulla riforma dell’antitrust con il vicepresidente esecutivo dell’UE Margrethe Vestager. Ho chiesto a Klobuchar quali lezioni potrebbero trarre gli Stati Uniti dagli sforzi di concorrenza dell’UE nello spazio tecnologico.

“Hanno affrontato questo in un modo in cui stanno seriamente guardando alla politica di concorrenza”, ha detto Klobuchar. “La chiamano politica della concorrenza e sono stati aggressivi al riguardo, rivolgendosi a queste società gateway. Penso che sia la cosa generale che si può imparare. Ammettiamolo, la politica statunitense è stata assonnata. Per anni è stato come chiudere gli occhi su quello che sta succedendo con cose come [Facebook’s] acquisti di WhatsApp e Instagram. “

QUAL È IL PROSSIMO?

Con tutte le audizioni dell’Aula volgendo al termine, significa che potremmo iniziare a vedere la legislazione introdotta nel prossimo futuro. All’inizio di questo mese, Klobuchar ha detto a Brian Fung della CNN che intende tenere una serie di udienze sulla concorrenza al Senato, esaminando anche il dominio della tecnologia, come le tariffe degli app store e Facebook e il dominio di Google sul mercato degli annunci. Quelle udienze non sono ancora state programmate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *