Nvidia sta raddoppiando il prezzo del suo servizio di cloud gaming GeForce Now per i nuovi utenti

Nvidia giovedì ha annunciato un nuovo livello di abbonamento per il suo servizio di cloud gaming GeForce Now chiamato Priority che sostituirà il suo livello Founders a pagamento esistente e conterrà gli stessi vantaggi come la durata della sessione estesa e il supporto RTX. Il problema: il cambiamento arriverà con un aumento del prezzo, da quello che era un abbonamento di $ 4,99 al mese a quello che ora sarà un $ 9,99 al mese per i nuovi abbonati. Nvidia inizierà anche a offrire un abbonamento Priority da $ 99,99 all’anno.

Tuttavia, coloro che avevano un abbonamento attivo a partire da ieri, 17 marzo, avranno diritto al prezzo dei Fondatori a vita, afferma Nvidia, che arriva a poco meno di $ 60 all’anno. La società prevede ancora di offrire anche un livello gratuito di GeForce Now, ma quel livello ti limita a una sessione di un’ora. Nvidia afferma che l’aumento dei prezzi ha lo scopo di rappresentare l’evoluzione della piattaforma da quando è stata lanciata in beta nel 2015 ed è entrata in quella che Nvidia ha definito una fase di test pubblico un anno fa.

“Quando GeForce Now entra nel secondo anno e si avvicina rapidamente a 10 milioni di membri, il servizio è pronto a dare una svolta alle cose”, ha affermato la società in una nota. “GeForce Now è uscito dalla versione beta lo scorso febbraio con gli abbonamenti Founders – un piano promozionale a tempo limitato. Giovedì, gli abbonamenti Founders si chiuderanno a nuove registrazioni e saranno introdotti gli abbonamenti Priority, la nuova offerta premium “.

Immagine: Nvidia

Coloro che hanno provato GeForce Now con un abbonamento Founders ma hanno lasciato scadere l’abbonamento potrebbero essere dispiaciuti di scoprire che Nvidia non intende dare il prezzo di $ 4,99 al mese a chiunque possa essere stato un abbonato pagante nel recente passato, anche se lasci scadere l’abbonamento qualche giorno fa. Dovrai essere un membro fondatore attivo e pagante a partire da ieri e dovrai anche mantenere l’iscrizione attiva per continuare a pagare il prezzo ridotto. Se annulli, perderai definitivamente la promozione.

“I membri devono essere iscritti all’iscrizione dei Fondatori a partire dal 17/03/2021 e mantenere la loro iscrizione in regola, per poter beneficiare del vantaggio. Se in precedenza eri un membro Founders ma hai effettuato il downgrade, purtroppo non sei idoneo “, ha chiarito un portavoce di Nvidia The Verge.

A suo merito, Nvidia non vende abbonamenti mensili da un po ‘di tempo, vendendo invece un pacchetto promozionale di sei mesi per $ 24,99. Ciò rende meno probabile che qualcuno che si è abbonato in qualsiasi momento negli ultimi mesi si ritrovi non idoneo per questo vantaggio di prezzo dei Fondatori.

Nvidia intende continuare ad aumentare i suoi investimenti nella piattaforma poiché si è rivelata un discreto successo, con quasi 10 milioni di membri, nella scena del cloud gaming altrimenti in difficoltà. Più di recente, Google ha chiuso i suoi studi di sviluppo di giochi interni creando titoli per il suo servizio Stadia, mentre la piattaforma Luna di Amazon rimane in beta.

GeForce Now si differenzia da quelle piattaforme consentendo ai membri di riprodurre in streaming i giochi che hanno già acquistato da Epic, Steam e altri distributori digitali sul cloud. Il lancio del livello a pagamento del servizio lo scorso anno è stato irregolare dopo che editori di alto profilo come Activision Blizzard e 2K Games hanno ritirato le loro librerie, la controversia causata da Nvidia che trasmette i giochi di quelle società senza autorizzazione esplicita.

Da allora, Nvidia è passata a un modello opt-in per corteggiare i produttori di giochi sulla piattaforma in termini più amichevoli, una strategia che è stata ripagata poiché Nvidia ha aggiunto circa 10 nuovi giochi alla piattaforma ogni settimana. La società ora ha un elenco completo dei titoli supportati sul suo sito Web, un’aggiunta gradita dopo le ricadute delle licenze della scorsa primavera.

Nvidia afferma che la tecnologia continuerà a migliorare nel tempo, mentre l’onboarding del nuovo gioco “GFN Thursday” salterà da 10 nuovi titoli aggiunti a settimana a 15 entro la fine dell’anno. GeForce Now alla fine del mese riceverà il supporto per Adaptive Vsync, che “sincronizza i frame rate a 60 o 59,94 Hz lato server per adattarli al display lato client, riducendo lo stutter e la latenza sui giochi supportati”, spiega la società. Nvidia afferma che sta anche rilasciando una “nuova tecnologia di de-jitter adattiva” per aumentare i bit rate per i giochi trasmessi in streaming su reti più lente. (Nvidia non può, tuttavia, fornire una tempistica per quando la piattaforma supporterà lo streaming 4K quando richiesto.)

Altri vantaggi in arrivo includono il collegamento degli account per i giochi con supporto multipiattaforma e miglioramenti al precaricamento per dimezzare i tempi di caricamento, entrambi in arrivo nei prossimi uno o due mesi. Nvidia afferma che sta anche aggiungendo la capacità del data center a Phoenix, in Arizona, oltre a portare online il suo primo data center canadese a Montreal entro la fine dell’anno, il che contribuirà a ridurre i tempi di attesa.

Per quanto riguarda la beta iOS dell’azienda, lanciata a novembre, Nvidia non aveva molte novità da condividere. Ma un portavoce dell’azienda ha detto che “tutti i progetti annunciati in precedenza continuano ad essere sulla tabella di marcia in collaborazione con il team di Epic”, riferendosi al lavoro in corso per portare Epic’s Fortnite torna su iPhone e iPad tramite GeForce Now sul Web mobile dopo che è stato bandito da Apple e Google la scorsa estate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *