Lo streaming HBO Max ora conterà ai fini dei limiti di dati per i clienti AT&T

Un vantaggio di essere un abbonato wireless AT&T era la possibilità di trasmettere in streaming HBO Max senza che questo conteggiasse il limite di dati di un cliente. Non è più così.

La nuova legge sulla neutralità della rete della California include il divieto dei servizi di dati sponsorizzati, noti come zero rating, che in precedenza consentivano a società come AT&T di coprire l’utilizzo dei dati di determinate piattaforme (come HBO Max) per i clienti che utilizzano altre offerte come i piani Internet. Come parte della legge, i fornitori di servizi Internet come AT&T non saranno in grado di coprire l’utilizzo dei dati in streaming dei clienti in bundle oltre a non essere più in grado di offrire priorità a pagamento o minimizzare le domande sulla velocità del servizio.

“Ci scusiamo per il disagio arrecato ai clienti dalla nuova legge californiana sulla” neutralità della rete “”, la società ha scritto in un post sul blog. “Dato che Internet non riconosce i confini statali, la nuova legge non solo pone fine alla nostra capacità di offrire ai clienti della California tali servizi di dati gratuiti, ma ha anche un impatto simile sui nostri clienti negli stati oltre la California”.

Mentre alcuni rappresentanti (e The Verge) vedono questo come una vittoria assoluta, i giganti delle telecomunicazioni come AT&T la pensano diversamente. Le società hanno cercato di invocare un’ingiunzione preliminare alla fine di febbraio che avrebbe impedito l’approvazione del disegno di legge, ma il giudice John Mendez ha rifiutato la richiesta. AT&T ha definito un approccio stato per stato alla neutralità della rete “impraticabile” nel post del blog di oggi.

“Forniamo i contenuti ei servizi che i nostri clienti desiderano perché è ciò che richiedono, non perché è imposto dalla normativa”, si legge nel post del blog.

Per AT&T in particolare, promettere che gli abbonati HBO Max che sono anche clienti wireless di AT&T possono trasmettere in streaming senza preoccuparsi di raggiungere il loro limite di dati è un grosso problema. AT&T ha acquistato Time Warner nel 2018 per $ 85 miliardi. L’obiettivo era sempre quello di lanciare ciò che HBO Max è diventato e integrarlo verticalmente con le altre sue attività. I clienti wireless di AT&T possono iscriversi a HBO Max e trasmettere in streaming senza preoccuparsi dei limiti di dati, che potrebbero essere un punto di forza per alcuni clienti che stanno cercando di cambiare provider di servizi Internet e desiderano trasmettere in streaming tutti i Amici nel mondo.

Mentre AT&T cerca di ampliare la base di abbonati di HBO Max, la società sta esaminando qualsiasi opportunità per convincere più persone a trasmettere in streaming e per periodi di tempo più lunghi. Con un livello più economico e supportato da pubblicità in arrivo a giugno, qualsiasi piccola “offerta” extra può aiutare l’azienda a registrare clienti e potenzialmente convincere le persone a passare più tempo a guardare HBO Max invece di Netflix. Non consentire questo tipo di influenza aziendale, tuttavia, è qualcosa che Barbara van Schewick, professore di diritto alla Stanford University e direttore del Center for Internet and Society della Stanford Law School, ha celebrato in un post sul blog oggi.

“Le persone dovrebbero essere libere di scegliere i video che vogliono guardare – che si tratti di Netflix, Twitch o il servizio domenicale della chiesa locale, senza che la società che pagano per connettersi online cerchi di influenzare le loro scelte”, ha scritto van Schewick, aggiungendo che AT&T è ” cercando di ottenere punti politici contro le protezioni statali della neutralità della rete mentendo al pubblico sulla legge e sui suoi effetti “.

Per i clienti AT&T, ciò significa che lo streaming di HBO Max inizierà a contare ai fini del limite di dati. Ma significa anche che è leggermente più difficile per AT&T indurre i clienti a utilizzare più prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *