Deshaun Watson accusato di violenza sessuale in cause civili


Deshaun Watson, la star quarterback degli Houston Texans, è stato accusato di aver aggredito sessualmente due massaggiatori lo scorso anno, secondo due cause civili presentate questa settimana nella contea di Harris, in Texas.

Nella prima denuncia, presentata martedì alla fine, una donna ha accusato Watson, 25 anni, di averla avvicinata e di averle fatto pressioni per fare sesso con lui durante un massaggio a casa sua a Houston. La donna ha detto che Watson aveva risposto a un annuncio pubblicitario per i suoi servizi di massaggio e aveva chiesto se sarebbe stata l’unica persona a casa quando fosse arrivato. Watson ha negato l’accusa in una dichiarazione pubblicata sul suo account Twitter martedì sera.

Mercoledì, Watson è stato accusato in una seconda denuncia, da un’altra donna che ha detto che l’anno scorso le aveva fatto pressioni per fare sesso con lui durante un massaggio.

Secondo la prima denuncia, il 30 marzo 2020, Watson è andato a casa della donna e, una volta sul lettino da massaggio con indosso solo un piccolo asciugamano, ha incaricato la donna di concentrarsi sul suo inguine. Watson, secondo la denuncia, “ha spostato il suo corpo in modo da potersi esporre di più”.

La donna ha interrotto il massaggio bruscamente e gli ha chiesto di andarsene, ha detto la denuncia. Ha affermato che Watson aveva suggerito che avrebbe potuto rovinare la sua reputazione se avesse cercato di rovinare la sua parlando pubblicamente dell’incontro.

Watson in seguito ha inviato un messaggio di testo alla donna per scusarsi, secondo la denuncia. Lei non ha risposto.

In un dichiarazione pubblicato su Twitter martedì sera, Watson ha affermato di “non aver mai trattato nessuna donna con nient’altro che il massimo rispetto” e che non vedeva l’ora di riabilitare il suo nome. Watson ha anche affermato di aver rifiutato “una richiesta di insediamento a sei cifre senza fondamento” avanzata prima che l’avvocato dell’accusatore avesse intentato la causa.

Gli accusatori chiedono “un minimo risarcimento danni”, secondo le denunce. Dopo aver presentato il primo deposito martedì, Tony Buzbee, un avvocato di alto profilo e appariscente querelante a Houston che rappresenta entrambi gli accusatori, ha scritto su Instagram che il caso non riguardava i soldi ma “fermare il comportamento che dovrebbe essere fermato”.

Buzbee, chi candidata a sindaco di Houston senza successo nel 2019, non ha descritto le accuse contro Watson in quel post di Instagram, ma lui separatamente ha detto un giornalista televisivo di Houston martedì che “Watson è andato troppo lontano” con la prima donna che gli aveva fatto un massaggio.

Secondo la seconda denuncia, Watson ha contattato un massaggiatore ad Atlanta ad agosto e ha fatto richieste specifiche per lui che voleva in un massaggio. Watson ha accettato di pagare per portare la donna a Houston, e si sono incontrati allo Houstonian Hotel in una suite che Watson aveva prenotato, diceva la denuncia.

Watson si è immediatamente svestito, secondo la denuncia, e la donna gli ha chiesto di coprirsi. La Watson è diventata sempre più suggestiva, esortando il massaggiatore a compiere atti sessuali, ha detto la denuncia, aggiungendo che ha interrotto il massaggio e Watson l’ha afferrata. La donna ha lasciato la stanza ed è andata direttamente all’aeroporto, secondo la denuncia, e Watson l’ha pagata per il massaggio ma non l’ha rimborsata per i suoi voli.

Diversi mesi dopo, Watson ha contattato la donna e ha detto che era ad Atlanta e ha chiesto se era disponibile, secondo la denuncia. Lei non ha risposto.

I texani hanno dichiarato in una dichiarazione di essere venuti a conoscenza di una causa che coinvolge Watson attraverso i social media martedì sera. “Questa è la prima volta che abbiamo sentito parlare della questione e speriamo di saperne di più presto.”

“La NFL è a conoscenza dei rapporti e in questo momento rifiuterà ulteriori commenti”, ha detto mercoledì Brian McCarthy, un portavoce della NFL.

Watson è uno dei giocatori migliori e più riconoscibili del campionato, che durante una bassa stagione 2020 di disordini sociali e politici ha chiesto giustizia razziale in un video condotto dai giocatori che esortava la NFL a sostenere le proteste dei giocatori. All’inizio di giugno, circa una settimana dopo che la polizia di Minneapolis aveva ucciso George Floyd, Watson ha marciato con la famiglia di Floyd – cresciuta a Houston – per protestare contro la brutalità della polizia.

Le accuse di violenza sessuale arrivano mentre Watson affronta un futuro incerto a Houston. A settembre ha firmato una proroga di quattro anni per allungare il suo contratto fino al 2025, ma ora ha chiesto uno scambio, giurando di non giocare mai più per i texani. La squadra è andata 4-12 nel 2020, con Watson che ha lanciato il maggior numero di passaggi di yardage e touchdown della sua carriera, anche se la franchigia ha sostituito il suo allenatore e direttore generale e ha tagliato i legami con giocatori famosi.

I dirigenti texani hanno sottolineato a gennaio che non avevano intenzione di trattare con Watson, che, con una clausola di divieto di scambio, può influenzare la prossima partita. David Culley, che è stato assunto come allenatore dei texani in questa bassa stagione, ha detto ai giornalisti a Houston giovedì scorso che i texani erano “molto impegnati” con Watson, ma ha anche detto durante un 11 marzo intervista podcast che Watson è “il nostro quarterback titolare in questo momento”, una citazione che suggerisce che il suo stato con la squadra potrebbe cambiare. Martedì, i texani si sono preparati per questa possibilità, se non verosimile, accettando di ingaggiare il veterano quarterback free-agent Tyrod Taylor.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.