Chrome può ora sottotitolare istantaneamente audio e video sul Web

Google sta espandendo la sua funzione di sottotitoli in tempo reale, Live Captions, dai telefoni Pixel a chiunque utilizzi un browser Chrome, come notato per la prima volta da Sviluppatori XDA. Live Captions utilizza l’apprendimento automatico per creare spontaneamente sottotitoli per video o audio dove prima non esistevano e per rendere il Web molto più accessibile a chiunque sia sordo o ipoudente.

Se abilitati, i sottotitoli in tempo reale vengono visualizzati automaticamente in una piccola casella mobile nella parte inferiore del browser quando guardi o ascolti un contenuto in cui le persone stanno parlando. Le parole compaiono dopo un leggero ritardo e, per un discorso veloce o balbettante, potresti individuare degli errori. Ma in generale, la funzione è impressionante quanto lo era quando è apparsa per la prima volta sui telefoni Pixel nel 2019. I sottotitoli appariranno anche con l’audio disattivato o il volume abbassato, rendendolo un modo per “leggere” video o podcast senza disturbare gli altri intorno a te.

Sottotitoli in tempo reale con sottotitoli audio da un lettore di podcast

I sottotitoli in tempo reale di Chrome hanno funzionato su video di YouTube, stream Twitch, lettori di podcast e persino servizi di streaming musicale come SoundCloud nei primi test eseguiti da alcuni di noi qui su The Verge. Tuttavia, sembra che i Live Captions in Chrome funzionino solo in inglese, il che è anche il caso dei dispositivi mobili.

I sottotitoli in tempo reale possono essere attivati ​​nell’ultima versione di Chrome selezionando Impostazioni, quindi la sezione “Avanzate” e infine “Accessibilità”. (Se non vedi la funzione, prova ad aggiornare manualmente e a riavviare il browser.) Quando li attivi, Chrome scaricherà rapidamente alcuni file di riconoscimento vocale, quindi i sottotitoli dovrebbero apparire la prossima volta che il tuo browser riproduce l’audio in cui le persone stanno parlando .

I sottotitoli in tempo reale sono stati introdotti per la prima volta nella beta di Android Q, ma fino ad oggi erano esclusivi alcuni Pixel e Telefoni Samsung. Ora che sono su Chrome, i sottotitoli in tempo reale saranno disponibili per un pubblico molto più ampio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *