Risposte a tutte le domande sui tornei NCAA: guida completa


Gonzaga è la prima testa di serie numero 1 nel campo del torneo maschile.
Credito…David Becker / Associated Press

Gonzaga, prima testa di serie numero 1, è la prima squadra ad entrare nel torneo maschile NCAA imbattuto dal Kentucky nel 2014-15, e gli Zags hanno la possibilità di diventare il primo campione nazionale imbattuto da quando l’Indiana finì 32-0 nella stagione 1975-76.

Gonzaga è 26-0 dopo aver battuto Brigham Young per vincere il campionato della West Coast Conference martedì. Gli Zags hanno un’offensiva fluida e veloce, e ignorano il buon tiro per il grande tiro. Ma mentre Gonzaga ha vinto su Kansas, West Virginia, Iowa e Virginia, non ha affrontato un avversario al di fuori della West Coast Conference da dicembre.

Altre squadre da guardare: N. 2 Iowa, N. 3 Kansas, N. 4 Virginia, N. 7 Oregon, N. 12 UC Santa Barbara


No. 1 Baylor ha avuto il miglior inizio nella storia del programma, con 18 vittorie consecutive, e ha vinto per la prima volta il titolo Big 12 della stagione regolare. L’ultima volta che i Bears conquistarono il titolo di una conferenza fu nel 1950 come co-campione e nel 1948 come vincitore assoluto. La competenza di Baylor – ha guidato il campionato nel tiro da 3 punti in questa stagione – potrebbe aiutare a invertire le sue difficoltà negli ultimi tempi.

Altre squadre da guardare: N. 5 Villanova, N. 7 Florida, N. 8 North Carolina, N. 10 Virginia Tech


No. 1 Illinois giocherà il suo primo torneo NCAA dal 2013. La sua corsa nel torneo Big Ten, che ha vinto con una vittoria agli straordinari contro l’Ohio State domenica sera, è stato il lavoro di una squadra che si è sentita respinta: i Fighting Illini sono stati adirati per il modello della percentuale di vittorie, approvato mesi fa, che ha dato al Michigan il titolo di Big Ten di regular season. Sfortunatamente per altre conferenze, l’Illinois potrebbe ora cercare di eliminare alcune frustrazioni dai propri team.

Altre squadre da guardare: N. 2 Houston, N. 3 West Virginia, N. 12 Oregon State


N. 1 Michigan Era 19-3 per entrare nel torneo Big Ten nonostante siano passati 23 giorni tra le partite quando il dipartimento di atletica dell’università ha chiuso tutti gli sport per tre settimane a causa delle preoccupazioni del coronavirus. Nella sua seconda stagione, l’allenatore Juwan Howard ha guidato i Wolverines al loro primo seme n. 1 nel torneo NCAA dal 1993, quando ha giocato in una squadra che ha raggiunto partite di campionato NCAA consecutive.

Altre squadre da guardare: N. 2 Alabama, N. 5 Colorado, N. 15 Iona

Gli UConn Huskies festeggiano dopo aver vinto il torneo femminile Big East.
Credito…David Butler Ii / USA Today Sports, tramite Reuters

Il girone femminile sarà annunciato lunedì in uno spettacolo di selezione in onda alle 19:00 Eastern su ESPN. Ci saranno le solite squadre d’élite, ma altre hanno la possibilità di vincere un campionato quest’anno.

I programmi blue chip hanno di nuovo dominato la stagione. Sei delle prime 10 squadre nel sondaggio dell’Associated Press hanno vinto almeno un titolo; solo due non sono mai stati alle Final Four.

Ma le alte classifiche di contendenti perenni come Stanford, Baylor, Louisville e, sì, UConn oscurano il fatto che ci sia un campo di gioco molto più uniforme in cima al gioco di quanto non sia stato negli anni, come evidenziato da i voti per parti separate per il n. 1 individuare.

L’UConn è l’unica squadra nella top 25 con una sola sconfitta, ma gli Huskies hanno giocato un programma relativamente facile. Tra i loro pari al vertice, non c’è un chiaro front-runner, che pone le basi per combattimenti Elite Eight.

Scegliere un campione corretto non è che una parte della conquista del pool del tuo ufficio (o virtuale).
Credito…Julio Cortez / Associated Press

Non è necessario essere un esperto di basket del college. Ma devi leggere attentamente le regole della piscina.

Se è un pool della vecchia scuola che assegna lo stesso numero di punti indipendentemente dalla squadra che scegli, vorrai restare tra i favoriti. Non essere intelligente con UC Santa Barbara o Liberty. Non c’è motivo per farlo; la ricompensa non vale il rischio.

Ma se il pool assegna punti bonus per i turbamenti, devi andare in una direzione completamente diversa. Ora vuoi scegliere i tiri dalla distanza nei primi turni; anzi, devi farlo per avere qualche possibilità di vincere.

Il numero di giocatori in piscina può avere un grande effetto. Se la piscina è solo tu e una manciata di amici, vai avanti e scegli tutti i preferiti. Ma la scommessa migliore per un pool più grande è mescolare un po ‘le tue scelte una volta che sei arrivato agli otto finali. E quando scegli il tuo vincitore finale, può essere un tuo vantaggio non andare con la squadra che piace a tutti gli altri nella tua piscina.

Il girone maschile potrebbe essere fuori, ma non si bloccherà fino alle 18:00 di martedì, ora di New York, un’indennità per la possibilità che il virus faccia deragliare le speranze di una squadra, dando a un’altra la possibilità di giocare per un campionato.

Le regole variano a seconda della conferenza casalinga di una squadra colpita.

Se una squadra gioca in un campionato che ha una sola squadra nel torneo, la conferenza può scegliere il suo sostituto. La nuova squadra assumerà la posizione nel girone della squadra che ha sostituito.

Se una squadra appartiene a un campionato che ha ottenuto più offerte per tornei, quattro squadre – Louisville, Colorado State, St. Louis e Mississippi – saranno in attesa di sostituirla nello stesso posto del girone. Le squadre sostitutive che alla fine non si qualificano per il torneo maschile della NCAA possono giocare nel National Invitation Tournament come semi numero 1.

Una volta scaduto il termine di martedì, nessuna nuova squadra verrà aggiunta ai gironi per i tornei maschili o femminili. Quando il torneo è in corso, se una squadra non ha almeno cinque giocatori idonei e sani per iniziare una partita, la partita sarà classificata come no contest, spostando l’avversario al turno successivo.

Duke si è ritirato dal torneo della Atlantic Coast Conference dopo un test positivo sul coronavirus.
Credito…Jared C. Tilton / Getty Images

Duke e Kentucky si sono unite per vincere tre campionati dal 2010, ma per la prima volta dal 1976, quando in campo c’erano solo 32 squadre, nessuna delle due sarà in campo quest’anno.

La stagione del Kentucky si è conclusa con grazia giovedì scorso, quando i Wildcats hanno perso contro il Mississippi State nel torneo SEC. Ciò è avvenuto circa due ore dopo che Duke aveva annunciato che la sua stagione era finita dopo che un membro del programma era risultato positivo al coronavirus.

Anche altri due campioni di sangue blu tradizionali, Kansas e North Carolina, hanno avuto stagioni frustranti ma hanno ottenuto offerte per i tornei, il Kansas come testa di serie numero 3 nella regione occidentale e la Carolina del Nord come seme numero 8 nel sud.

Il Kansas e un’altra squadra di punta, la Virginia, si sono ritirati dai loro tornei della conferenza la scorsa settimana a causa di casi di coronavirus, mettendo in dubbio se sarebbero stati in grado di partecipare al torneo NCAA. Virginia è testa di serie n. 4 nella regione occidentale.

Come negli ultimi anni, le partite dei tornei maschili saranno trasmesse su CBS, TBS, TNT e TruTV. Il modo ufficiale per trasmettere in streaming il torneo è tramite la NCAA March Madness Live app, che richiede l’accesso tramite un provider TV. (Il Paramount + app trasporterà anche giochi trasmessi su CBS.)

Le partite dei tornei femminili saranno trasmesse su ESPN, ABC, ESPN2 e ESPNU e può essere riprodotto in streaming sull’app ESPN.

Ecco il programma round-by-round:

  • Partite di gioco: giovedì 18 marzo

  • Ottavi di finale: venerdì 19 marzo e sabato 20 marzo

  • Sedicesimi di finale: domenica 21 marzo e lunedì 22 marzo

  • Ottavi di finale: sabato 27 marzo e domenica 28 marzo

  • Ottavi di finale: lunedì 29 marzo e martedì 30 marzo

  • Final Four: sabato 3 aprile

  • Partita di campionato: lunedì 5 aprile

  • Ottavi di finale: domenica 21 marzo e lunedì 22 marzo

  • Sedicesimi di finale: martedì 23 marzo e mercoledì 24 marzo

  • Ottavi di finale: sabato 27 marzo e domenica 28 marzo

  • Ottavi di finale: lunedì 29 marzo e martedì 30 marzo

  • Final Four: venerdì 2 aprile

  • Partita di campionato: domenica 4 aprile

Un impiegato del Lucas Oil Stadium che disinfetta i sedili tra una partita e l'altra durante il secondo turno del torneo di basket maschile dei Big Ten.
Credito…Justin Casterline / Getty Images

Per ridurre i viaggi, la maggior parte delle partite dei tornei maschili verrà giocata a Indianapolis, dove ospiteranno i giochi Bankers Life Fieldhouse, Hinkle Fieldhouse, Indiana Farmers Coliseum e Lucas Oil Stadium. Le squadre giocheranno anche alla Mackey Arena, nel campus della Purdue University a West Lafayette, Indiana, e alla Assembly Hall, che si trova presso l’Indiana University di Bloomington.

Per il torneo femminile, le squadre giocheranno in tre siti a San Antonio: l’Alamodome, la Bill Greehey Arena della St. Mary’s University e il Convocation Center dell’Università del Texas a San Antonio. La Texas State University disputerà i giochi del primo turno presso l’University Events Center di San Marcos, così come il Frank Erwin Center presso l’Università del Texas ad Austin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *