I 9 più grandi sbalorditivi ai Grammy del 2021


Dopo un anno in cui le persone hanno manifestato in numeri che non si vedevano dagli anni ’60, Lil Baby ha portato la sua interpretazione del candidato alla migliore canzone rap “The Bigger Picture” per le strade di LA, rendendo omaggio agli uomini e alle donne di colore che sono stati uccisi dalla polizia e presentando una richiesta dell’attivista Tamika Mallory, che non ha usato mezzi termini.

“Presidente Biden, chiediamo giustizia, equità, politica e tutto il resto che la libertà racchiude “, ha detto con forza, mentre i manifestanti reggevano cartelli con la scritta” BASTA “e” non un’altra vita nera “dietro di lei.

SUA è stata la vincitrice di Canzone dell’anno come uno degli autori di “I Can’t Breathe”, la sua risposta al numero sproporzionato di vittime nere della violenza della polizia.

“Ricorda, noi siamo il cambiamento che desideriamo vedere e quella lotta che abbiamo avuto in noi l’estate del 2020, mantieni la stessa energia”, ha detto domenica. “I Can’t Breathe” è uscito il 19 giugno – Juneteenth, la data che commemora la fine della schiavitù negli Stati Uniti 156 anni fa – così come “Black Parade” di Beyoncé, per il quale ha vinto la migliore performance R&B.

“Come artista credo che sia il mio lavoro, e tutti i nostri lavori, riflettere i tempi”, ha detto Bey. “È stato un momento così difficile, quindi volevo elevare, incoraggiare, celebrare tutte le bellissime regine e re neri che continuano a ispirarmi e ispirare il mondo intero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *