I ricavi di AMC diminuiscono di quasi il 90% nel quarto trimestre, ma il CEO rimane ottimista

AMC Theatres ha riportato un’altra perdita sconcertante ma prevedibile guadagni del quarto trimestre, ma l’amministratore delegato della compagnia è ottimista sul fatto che la catena di teatri riuscirà a superare la pandemia.

I ricavi sono diminuiti dell’88% anno su anno, a $ 162,5 milioni. Pur battendo le aspettative, ciò ha comunque portato a una perdita trimestrale di $ 946 milioni (leggermente migliore dell’ultimo trimestre, sebbene significativamente peggiore della perdita di $ 13,5 milioni riportata da AMC nel quarto trimestre del 2019), ma AMC ha anche più di $ 1 miliardo in contanti mano, secondo il CEO Adam Aron. Sulla scia degli annunci secondo cui New York City inizierà a consentire l’apertura dei teatri e gli studi apparentemente si stanno preparando a tornare nei cinema, Aron sta cercando di trovare gli aspetti positivi pur riconoscendo le “condizioni di mercato più difficili nei 100 anni di storia del azienda.”

“Mentre siamo qui oggi, vediamo che le vaccinazioni si stanno verificando negli Stati Uniti a ritmo sostenuto, i nostri teatri di New York City hanno finalmente aperto con i teatri di Los Angeles che probabilmente apriranno anche a breve, [and] I titoli di film di successo sono attualmente programmati per essere rilasciati in quantità significative nei prossimi mesi “, ha detto Aron in un comunicato stampa. “Prendendo insieme questi fatti, abbiamo motivo di essere ottimisti sulla capacità di AMC di arrivare dall’altra parte di questa pandemia”.

Come notato nei guadagni di AMC, parte del motivo per cui AMC è ancora in grado di andare avanti e Aron si sente ottimista è a causa del capitale raccolto per tutto il 2020 e il 2021. Aggiungi l’amore ritrovato da parte dei commercianti al dettaglio (simile a quello che è successo con GameStop a fine gennaio) e anche il prezzo delle azioni di AMC è leggermente rimbalzato nelle ultime settimane. Ora, con gli annunci del presidente Joe Biden che quasi tutti gli americani dovrebbero essere in grado di farlo ricevere la vaccinazione entro maggio 2021, gli studios stanno cercando di far uscire di nuovo i loro film di successo nelle sale e AMC spera di coinvolgere il maggior numero possibile di spettatori.

Ci sono ancora molte domande sul tavolo. In che modo la finestra teatrale irrevocabilmente accorciata, provocata da società con studi importanti come NBCUniversal, WarnerMedia, ViacomCBS e Disney, ha forse danneggiato l’attività complessiva di AMC? La gente vorrà correre nei cinema entro l’estate? Potrebbe succedere qualcos’altro che ritardi ancora una volta la riapertura in massa?

Per ora, Aron è ottimista, almeno di fronte agli azionisti, agli investitori e agli analisti della sua azienda. L’amministratore delegato dirà di più sull’attività e sull’industria in generale sulla chiamata sugli utili dell’azienda questo pomeriggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *