Il Marocco sospende i contatti con l’ambasciata tedesca | Notizie di politica


I funzionari dicono che la decisione è in parte dovuta a “profonde incomprensioni” nella posizione di Berlino sul Sahara occidentale.

Il Marocco ha sospeso i contatti con l’ambasciata tedesca nel regno nordafricano in parte per quella che i funzionari hanno detto essere la posizione di Berlino sulla disputa del Sahara occidentale.

Nella lettera indirizzata al primo ministro lunedì in ritardo e pubblicata dai media marocchini, il ministro degli esteri Nasser Bourita ha affermato che la decisione di sospendere i rapporti con l’ambasciata e le organizzazioni culturali tedesche è stata presa in risposta a “profondi malintesi” su “questioni fondamentali per Marocco”.

“Il Marocco desidera preservare le sue relazioni con la Germania, ma questa è una forma di avvertimento che esprime disagio su molte questioni”, ha detto all’agenzia di stampa AFP un alto funzionario del ministero degli Esteri.

“Non ci sarà alcun contatto finché non avremo ricevuto risposte alle varie domande che abbiamo posto”.

Il Marocco è stato irritato dalle critiche tedesche al riconoscimento dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump della sovranità marocchina sul Sahara occidentale in cambio delle mosse di Rabat per normalizzare le sue relazioni con Israele, ha detto il funzionario.

È stato anche costernato che sia stato escluso dalle discussioni sul futuro politico della Libia in un congresso a Berlino nel gennaio 2020.

Le mosse hanno mostrato “disprezzo” da parte delle autorità tedesche, ha detto l’alto funzionario.

Il Marocco ha generalmente intrattenuto buoni rapporti con la Germania. Tre mesi fa, il ministro degli Esteri marocchino ha salutato “l’eccellenza della cooperazione bilaterale” dopo che Berlino ha rilasciato 1,39 miliardi di euro (1,6 miliardi di dollari) a sostegno delle riforme finanziarie marocchine e delle contromisure per il coronavirus.

Nessun commento immediato da parte dell’ambasciata tedesca a Rabat.

Il movimento separatista sostenuto dall’Algeria Fronte Polisario cerca di stabilire uno stato indipendente per il Sahara occidentale, una vasta regione desertica che il Marocco ha tenuto da quando la Spagna si è ritirata nel 1975 e che Rabat considera la sua provincia meridionale.

La regione è stata nell’elenco delle Nazioni Unite dei territori non autonomi, una posizione assunta anche dall’Unione africana, dalla Corte internazionale di giustizia (ICJ) e dall’Unione europea.

Ad oggi non si è tenuto un referendum, con i principali punti critici tra cui la formazione di liste elettorali, soprattutto perché ci sono stati tentativi da entrambe le parti di spostare la demografia nell’area nel tentativo di influenzare i risultati.

La regione ospita circa 500.000 persone, la maggior parte delle quali vive nella capitale, Laayoune.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.