La Russia lancia un satellite per monitorare il clima nell’Artico



L’Artico si è riscaldato più del doppio rispetto alla media globale negli ultimi tre decenni e Mosca sta cercando di sviluppare la regione ricca di energia, investendo nella Itinerario del Mare del Nord per la navigazione attraverso il suo lungo fianco settentrionale mentre il ghiaccio si scioglie.

Il satellite ha raggiunto con successo la sua orbita prevista dopo essere stato lanciato dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan da un razzo Soyuz, ha detto in un post su Twitter Dmitry Rogozin, capo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos.

La Russia prevede di inviare un secondo satellite nel 2023 e, insieme, i due offriranno un monitoraggio 24 ore su 24 e per tutte le stagioni dell’Oceano Artico e della superficie della Terra, ha detto Roscosmos.

L’Arktika-M avrà un’orbita altamente ellittica che passa in alto sulle latitudini settentrionali, consentendogli di monitorare le regioni settentrionali per lunghi periodi prima di ritornare sotto la Terra.

All’orbita destra, il satellite sarà in grado di monitorare e acquisire immagini ogni 15-30 minuti dell’Artico, che non può essere osservato continuamente dai satelliti che orbitano sopra l’equatore terrestre, ha detto Roscosmos.

Il satellite sarà anche in grado di ritrasmettere i segnali di soccorso da navi, aerei o persone in aree remote come parte del programma internazionale di ricerca e salvataggio basato sul satellite Cospas-Sarsat, ha detto Roscosmos.

“Poiché nell’Artico si svolge una maggiore attività e si sposta a latitudini più elevate, è fondamentale migliorare le capacità di previsione del tempo e del ghiaccio”, ha affermato Mia Bennett, geografa dell’Università di Hong Kong.

“C’è anche un elemento di nazionalismo dei dati che sta alimentando tutto questo. I paesi, in particolare quelli che si considerano potenze spaziali, vogliono poter fare affidamento sui propri satelliti e dati per informare le loro attività, siano esse di natura commerciale o militare. ,” lei disse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *