Albert Pujols e Miguel Cabrera parlano del loro futuro


Ha aggiunto: “La mia mente non è nemmeno lì. La mia mente è concentrata, in salute e, si spera, cercando di aiutare questo club di palla a vincere quest’anno, e basta. Se alla fine dell’anno sento che è tutto, lo annuncerò “.

Ogni volta che Pujols e Cabrera – che compiranno 38 anni ad aprile – sceglieranno di ritirarsi, il calo dei leader attivi di alcune categorie potrebbe essere enorme. Non solo sono molto più avanti rispetto ai loro coetanei in molte statistiche, ma anche alcuni dei giocatori a loro più vicini si stanno avvicinando alla loro fine.

Pujols entra in questa stagione con 3.236 colpi e Cabrera, con 2.866, ha un buon tiro al suo obiettivo di 3.000. Gli unici altri battitori con 2.000 o più sono Robinson Cano (2.624), che è sospeso per l’intera stagione 2021; Nick Markakis (2.388), che ha 36 anni e pensa di rinunciare al 2020; e Yadier Molina (2.001), un catcher di 36 anni apparentemente non a lungo per il gioco. Ciò lascia la possibilità che il leader dei successi attivi che entra nel 2022 sia un giocatore improbabile come Ryan Braun dei Milwaukee Brewers (1.963) o Joey Votto dei Cincinnati Reds (1.908).

Tra i giocatori di età pari o inferiore a 30 anni, Starlin Castro dei Washington Nationals (1.633) e Jose Altuve degli Houston Astros (1.610) sono i leader attivi, ma uno dei due che fa una corsa a 3.000 sembra remoto. Mike Trout ha superato molto tempo fa Pujols e Cabrera come miglior battitore del gioco, ma grazie a un numero elevato di passeggiate e un cambiamento generale nel modo in cui si gioca, il 29enne Trout non ha avuto nemmeno 150 colpi in una stagione dal 2016, con 1.380 successi in carriera, Trout sta facendo una corsa a 3.000 look – per ora – un tiro lungo.

Gli abbandoni nei leader attivi di altre categorie sono altrettanto estremi.

Nei fuoricampo, Pujols (662) e Cabrera (487) sono comodamente davanti a Edwin Encarnacion (424), Nelson Cruz (417) e Braun (352). Il miglior giocatore che si potrebbe ragionevolmente definire ancora nel suo periodo migliore è Giancarlo Stanton degli Yankees, i cui 312 homer in carriera lo hanno portato a meno della metà di Pujols all’età di 31 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *