L’attore Gérard Depardieu è indagato per presunto stupro e violenza sessuale



La denunciante è una giovane attrice che ha accusato l’attore di numerosi stupri e aggressioni sessuali nell’estate del 2018, hanno aggiunto le fonti.

L’avvocato di Depardieu, Hervé Temime, ha detto alla CNN che l’attore contesta le accuse di illeciti e ricorda la presunzione di innocenza e che questo caso è stato inizialmente archiviato lo scorso giugno. Il caso è stato recentemente riaperto dalla magistratura.

Nel 2018, l’attore francese è stato accusato di stupro e violenza sessuale da una donna di 22 anni, provocando una “indagine preliminare” secondo la procura di Parigi.

Nel sistema giudiziario francese, se i funzionari trovano motivi per approfondire la questione, ha luogo un’indagine formale.

Temime ha detto nel 2018, quando Depardieu è stato accusato per la prima volta che il suo cliente era “scioccato” dall’accusa e “nega totalmente qualsiasi aggressione, stupro e atto criminale”.

Ha poi aggiunto: “Ho elementi forti per dimostrare che non si è verificato alcun reato” e che l’offesa era “l’opposto” della personalità di Depardieu.

La denuncia è stata presentata il 27 agosto ed è stata presentata al pubblico ministero di Parigi il 29 agosto.

“Mi dispiace che questa indagine non sia stata tenuta segreta come al solito”, ha aggiunto Temime.

Sempre nel 2018, Temime ha confermato che Depardieu conosce la donna che lo ha accusato, ma ha negato di essere stato con lei durante le date citate nella denuncia.

Depardieu è noto per i suoi ruoli in film come “Green Card”, “The Man in the Iron Mask” e “Life of Pi”. È stato anche candidato all’Oscar nel 1991 per il suo ruolo da protagonista in “Cyrano de Bergerac”.

È stato concessa la cittadinanza russa da Vladimir Putin dopo aver detto che avrebbe rinunciato al passaporto francese per protestare contro i piani del governo per un aumento delle tasse sui più ricchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *