TikTok sta cercando di contrastare la disinformazione sui disturbi alimentari

TikTok annuncia oggi che sta compiendo un paio di piccoli passi per cercare di aiutare le persone che sono affette da disturbi alimentari. Per fare questo, sta collaborando con il Associazione nazionale per i disturbi alimentari (o NEDA) per avere una settimana di sensibilizzazione sui disturbi alimentari e implementare due nuove funzionalità che mirano a fornire risorse e supporto a coloro che ne hanno bisogno.

Se un utente cerca in TikTok termini come “proana” (abbreviazione di “pro-anoressia”) o “disturbo alimentare”, l’app mostrerà ora le risorse di supporto, insieme al numero di telefono di NEDA. Attualmente, la ricerca dei termini mostra solo il numero di supporto, ma la nuova interfaccia fornirà anche agli utenti consigli su come affrontare un disturbo alimentare.

Invece di consentire semplicemente all’utente di contattare NEDA, le pagine conterranno anche un collegamento alle risorse.
Immagine: TikTok

I suggerimenti mirano ad aiutare coloro che stanno lottando con i disturbi alimentari.
Immagine: TikTok

La società prevede inoltre di inserire un PSA sulle pagine hashtag che potrebbero potenzialmente contenere contenuti di attivazione, come la pagina per #WhatIEatInADay. Il PSA includerà un collegamento alla linea di assistenza NEDA, così come un numero di utenti che possono inviare messaggi di testo per il supporto di crisi.

TikTok sta affrontando lo stesso problema di molte altre app di social media: come impedisci ai tuoi utenti di pubblicare o inciampare in contenuti potenzialmente pericolosi e dannosi? Tic toc ha cercato di affrontare il contenuto dei disturbi alimentari in passato, ma gli utenti segnalano che si presenta ancora. Sebbene l’annuncio di oggi non tocchi effettivamente la moderazione dei contenuti, si spera che possa aiutare a rendere più facile per le persone che hanno bisogno di aiuto per ottenerlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.