Il creatore di Oatmeal afferma che il suo nuovo gioco è un modo per “giocare al fumetto”

Il creatore di La farina d’avena, Matthew Inman, ha rilasciato un nuovo gioco di parole per cellulare a tema gatto chiamato Lettera di Kitty all’inizio di questa settimana sembra di interpretare uno dei suoi buffi fumetti. Quella sensazione era intenzionale, mi ha detto Inman.

“I miei fumetti sono sempre stati retorici”, ha detto. “Non interagisci con il fumetto, non hai voce in capitolo, lo stai solo sperimentando. Quindi, con [Kitty Letter], Ho avuto la possibilità di introdurre alcuni elementi in cui le persone possono interpretare il fumetto, e ho pensato che fosse molto divertente “.

Lettera di Kitty ha una struttura che Inman ha descritto come “Scrabble combinati con Scontro reale. ” Il tuo obiettivo è battere il tuo avversario scrivendo le parole da una combinazione di lettere nella parte inferiore dello schermo del telefono. Quando scrivi una parola, invierai un piccolo esercito di gatti lungo una “corsia” invisibile verso il tuo avversario. Nel frattempo, il tuo avversario sta inviando eserciti di gatti per cercare di sconfiggerti.

All’inizio il gioco sarebbe stato solo multiplayer, mi ha detto Inman. Questo potrebbe essere sorprendente per coloro che hanno giocato al gioco, dal momento che ha una solida modalità storia che copre 13 capitoli. Ma quella modalità storia è nata dalla creazione del tutorial del gioco, ha detto Inman.

“Ho iniziato a disegnare questo tutorial su come giocare, e poi il tutorial è diventato la modalità per giocatore singolo, in cui hai questo vicino che si muove e racconta l’intera storia su di lui”, ha detto Inman. Ma poi, si rese conto, “Sono entrato troppo in profondità. Avevo scritto tutta questa roba, ero tipo “Devo farla finita” e ho finito per scrivere tipo 12 capitoli. Ma è diventata la mia parte preferita di tutta la faccenda. “

Inman ha anche discusso del modello free-to-play del gioco, che è molto generoso. A differenza di molti giochi free-to-play, Kitty Letter’s la modalità storia per giocatore singolo e il multiplayer sono completamente gratuiti, senza restrizioni. La decisione di offrire tutto ciò proveniva da ciò che Inman non piaceva degli altri giochi gratuiti.

“Io gioco a giochi free-to-play, ma li gioco perché mi piacciono i giochi”, ha detto Inman. “I meccanismi effettivi coinvolti, come macinare e sbloccare casse e ottenere gemme e monete, li odio. Li odio, cazzo. Se [developers] erano tipo, “pagaci $ 20 e ti daremo tutto”, lo farei. Preferisco di gran lunga quel modello. ”

Il gioco offre cosmetici a pagamento per il multiplayer, ma non forniscono alcun vantaggio di gioco e sono sepolti in un menu. E Inman afferma che le entrate generate da loro sono state “praticamente inesistenti”.

Inman ha riconosciuto di poter offrire il gioco in gran parte gratuitamente a causa delle sue altre imprese di successo, che includono La farina d’avena e il gioco di carte di grande successo Exploding Kittens. “Non sono solo un tipo altruista che non vuole guadagnarsi da vivere con il suo lavoro”, ha detto. “Per essere completamente sinceri, ci guadagniamo da vivere alla grande con i nostri giochi di carte e ci guadagniamo da vivere alla grande con alcune delle altre cose che faccio. Con [Kitty Letter], ci siamo sentiti come se avessimo potuto farla franca rendendola il più piacevole possibile.

“Questa app genera più quella valuta di – ed è così fottutamente banale – valuta di amore e gioia, come se avessi un’esperienza gioiosa con il gioco”, ha detto. “Quindi, a tua volta, ami di più Exploding Kittens, e forse un giorno, se vuoi comprare un gioco di carte da noi, puoi farlo.” È un modello di business simile a quello di La farina d’avena. Inman offre i fumetti gratuitamente online, ma vende libri e ha offerto merchandising.

Inman ha molte idee per le prospettive del gioco. Vorrebbe migliorare la modalità arcade, aggiungere più livelli per giocatore singolo e bug da squash. Vorrebbe anche portare il gioco su Steam e Nintendo Switch, ma quelli potrebbero essere un po ‘più lontani. “Probabilmente lo chiamerei sei mesi”, ha detto.

E ho dovuto chiedere: i gatti erano sempre al centro del gioco?

“Sono stati i gatti dal primo giorno”, ha detto Inman. “Era chiamato Cats Royale, originariamente.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *