Dozzine di globicefali muoiono nell’isola Madura in Indonesia | Notizie sull’ambiente


Il salvataggio è stato avviato per salvare dozzine di globicefali spiaggiati, ma 46 sono morti mentre solo tre sono stati riportati in mare.

Quarantasei balene bloccate su una spiaggia dell’isola indonesiana di Madura sono morte, mentre i soccorritori sono riusciti a respingerne tre in mare, ha detto il governatore provinciale.

Uno sforzo di salvataggio è stato avviato già giovedì dopo che dozzine di globicefali si sono arenati. I volontari ne hanno respinto alcuni in mare aperto, mentre i resti delle balene morte avrebbero dovuto essere sepolti sabato.

“Ma alcuni sono tornati qui, cercando di trovare le loro madri, anche se si scopre che le madri sono morte”, ha detto il governatore di East Java Khofifah Indar Parawansa.

Le riprese video di venerdì hanno mostrato balene sparse in una vasta area con residenti locali che guadano in acque profonde fino alle caviglie, alcuni tentano di schizzare acqua su di loro o di spingerli in mare, mentre altri hanno scattato foto mentre montavano gli animali bloccati.

Il governatore ha detto all’agenzia di stampa Reuters che le autorità hanno pianificato di seppellire le balene morte sabato una volta che la marea si fosse ritirata e ha detto che erano stati portati due escavatori.

Non è del tutto chiaro perché le balene, che viaggiano insieme in baccelli, si spiaggiano da sole, ma si sa che seguono un leader, oltre che si raccolgono intorno a una balena ferita o in difficoltà.

Whale Stranding Indonesia, un’organizzazione non governativa, ha affermato che nel 2020 più di 70 mammiferi marini sono stati trovati bloccati, compresi i dugonghi.

L’anno scorso, una balena blu di 29 metri (95 piedi) è arrivata a Kupang, attirando migliaia di spettatori.

Nel 2018, anche un capodoglio di 9,5 metri (31 piedi) si è lavato nell’isola di Kapota in Indonesia.

La causa della morte era sconosciuta, ma i residenti hanno trovato 5,9 kg (13 libbre) di plastica nello stomaco. Secondo i rapporti, gli oggetti di plastica trovati includevano infradito e sacchetti di plastica.

Secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) negli Stati Uniti, le altre minacce che le balene devono affrontare includono essere colpite da navi marittime o rimanere impigliate nelle reti da pesca.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *