Comcast sta ancora ritardando il lancio del suo limite di dati da 1,2 TB a 12 stati, questa volta fino al 2022

Se vivi in ​​uno degli ultimi stati in cui Comcast non ha implementato i suoi limiti di dati, stai ricevendo un’altra tregua: ha annunciato l’azienda che ora sta posticipando l’implementazione a qualche tempo nel 2022 (attraverso Ars Technica). I limiti di dati di 1,2 TB, che comportano costi aggiuntivi se gli utenti li superano, erano originariamente previsti per il lancio a marzo, ma sono stati poi ritardati fino a luglio. Comcast non ha detto specificamente quando il prossimo anno si verificherà il lancio.

Questi cappellini ti risulteranno familiari se non vivi nella regione nord-orientale di Comcast, che comprende Connecticut, Delaware, Massachusetts, Maryland, Maine, New Hampshire, New Jersey, New York, Pennsylvania, Virginia, Vermont, West Virginia e Distretto della Columbia, (insieme a parti della Carolina del Nord e dell’Ohio). La maggior parte dei clienti di Comcast si occupa di loro da anni e questo non cambierà. Anche se il nuovo lancio è in ritardo, ha detto Comcast Ars Technica che i suoi clienti in altri 27 stati non avrebbero avuto una pausa dai massimali e dalle commissioni in eccesso.

La motivazione dell’ISP per il ritardo, secondo l’annuncio, è che la società si rende conto che il “piano dati era nuovo per [its] clienti nel Nordest ”e voleva“ provvedere[e] hanno più tempo per familiarizzare con il nuovo piano “. Questa non è una cortesia che l’azienda ha esteso ad altri stati quando ha esteso loro i limiti di dati (a parte uno o due mesi di eccedenza “gratuiti”). Ma per essere onesti, non c’era nemmeno una pandemia globale in corso durante quelle implementazioni.

Tuttavia, sembra ovvio che Comcast non lo fa bisogno per implementare i limiti di dati al fine di fornire il servizio, altrimenti non sarebbe stato in grado di continuare a ritardare l’implementazione, né sarebbe stato in grado di mantenere il limite di dati della regione libero per anni. Non è chiaro se la società utilizzerà il ritardo aggiuntivo per riconsiderare il suo lancio pianificato, nonostante la scarsa popolarità del piano sia tra i clienti che tra i legislatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *