New River Gorge: incontra il 63 ° parco nazionale americano


Mentre gli americani continuano a resistere alla pandemia, i $ 2,3 trilioni di coronavirus e la fattura di spesa approvata dal governo federale a dicembre hanno portato un regalo inaspettato e duraturo: un nuovo parco nazionale.

Il pacchetto di spesa di 5.593 pagine includeva una serie di disposizioni che autorizzavano progetti poco conosciuti – la costruzione della Biblioteca presidenziale Teddy Roosevelt nel Nord Dakota, per esempio – e che dava ai legislatori la possibilità di portare avanti una serie di iniziative a lungo ritardate. Tra questi c’era l’elevazione del New River Gorge, nel sud del West Virginia, allo status di Yellowstone, Yosemite e altri spazi all’aperto più rinomati del paese. La designazione dell’area – circa 72.000 acri di terra che fiancheggiano 53 miglia della gola – come parco nazionale e riserva crea il 63 ° parco nazionale negli Stati Uniti e completa uno sforzo multigenerazionale, iniziato a metà del ventesimo secolo, per trasformare un area industriale stanca in un punto di riferimento nazionale.

“Verso la fine di quest’anno, con questi grossi conti in calo, ho deciso di scioperare”, ha detto Shelley Moore Capito, un repubblicano e senatore minore dello stato, che, insieme al senatore Joe Manchin III, un democratico, ha introdotto il New River Legislazione sulle gole nel 2019.

“Questa era l’occasione giusta”, ha detto.

La gola e i suoi dintorni sono stati apprezzati per decenni come uno dei luoghi naturali più spettacolari del sud del West Virginia.

Nel 1963, la West Virginia House of Delegates approvò una risoluzione che cercava di designare il New River Gorge come “parco giochi nazionale”, preparandosi a inviare la proposta al presidente John F. Kennedy, la cui campagna principale fu notevolmente aumentato grazie al sostegno degli elettori del West Virginia. Ma lo slancio per creare un’area ricreativa nazionale si è bloccato dopo l’assassinio del signor Kennedy nello stesso anno.

Anche se la gola è rimasta una curiosità tra le travi e gli appassionati di attività all’aperto, l’area ha ricevuto la protezione federale dal Dipartimento degli interni solo nel 1978, quando è stata designata come fiume nazionale.

Ora, le offerte all’aperto nella gola sono arrivate a definire l’area come una delle principali destinazioni per gli sport d’avventura in Oriente.

Il New River si immerge per 750 piedi su 66 miglia, risultando in lunghi tratti di violente rapide che possono raggiungere un livello di classe cinque, generalmente considerato il più difficile che può essere navigato dai diportisti di acque bianche. (I fornitori autorizzati operano in diverse città vicino al fiume, fornendo noleggi e tour per rafting e kayak.)

Le pareti del canyon, che si elevano fino a 1.600 piedi, offrono chilometri di scogliere che si collocano tra le migliori della costa orientale per l’arrampicata su roccia. Le pareti ripide nella gola fatte di robusta arenaria Nuttall offrono sia vie di arrampicata tradizionale che sportiva attraverso lo spettro di difficoltà.

I percorsi ciclabili sono sparsi in tutto il parco su entrambi i lati del fiume, con opzioni sia per la mountain bike tecnica che per la pedalata più casual lungo gli ex letti della ferrovia.

Secondo il National Park Service, i geologi ritengono che il New River – il suo nome un termine improprio usato dai primi esploratori americani che spesso assegnarono lo stesso nome a qualsiasi fiume in cui si imbatterono per la prima volta – fosse un segmento del fiume Teays preglaciale. Questo fiume più grande, che ha attraversato gran parte dell’attuale spartiacque del fiume Ohio, è stato successivamente deviato e interrotto dai ghiacciai. L’età del Teays è incerta, ma le prove fossili suggeriscono che potrebbe avere fino a 320 milioni di anni, lasciando il suo resto, il New River, come molto probabilmente il secondo fiume più antico del mondo.

Oltre ai milioni di anni di storia geologica in mostra, la gola è anche piena di segni del patrimonio della regione come principale centro di produzione di carbone.

Un tempo i minatori hanno sfruttato il facile accesso ai ricchi depositi di carbone bituminoso di alta qualità nel canyon, dove il fiume aveva già tagliato centinaia di piedi di roccia. Soprattutto dopo che la Chesapeake e la ferrovia dell’Ohio collegarono i giacimenti di carbone del New River ai mercati nel 1873, dozzine di città in espansione sorsero lungo il bordo del fiume, prosperando fino agli anni ’20.

Nel 1963, una miniera di carbone era ancora in funzione nella gola, ha detto Dave Arnold, un commissario statale per il turismo che ha gestito una compagnia di rafting per più di 40 anni.

“Nel ’76 o ’77, se tu fossi stato nella mia barca, avremmo galleggiato lungo il fiume e ti avrei mostrato” ecco una vecchia bevanda di carbone, ecco il vecchio hotel a Caperton, ecco questo e quello “, ha detto.

La domanda di carbone intorno alla fine del ventesimo secolo era così alta che le città esistevano ogni mezzo miglio lungo il fiume, secondo il Park Service. Mentre l’industria andava in declino, tuttavia, negli anni ’50 molti erano già abbandonati, lasciando città fantasma sparse per tutta la gola. Inoltre, il disboscamento durante la fine del XIX secolo ha spogliato vaste porzioni della gola, liberando enormi aree di foresta vergine.

Il parco contiene i resti di comunità come Nuttallburg e Kaymoor, che ancora si trovano in prossimità della riva del fiume e sono accessibili dai punti più in alto. Cuciture di carbone a vista sono visibili lungo alcuni sentieri che conducono alla gola e ai suoi paesi, dove rimangono i portali delle miniere abbandonate e le fondamenta delle cokerie.

Nonostante il degrado ambientale e l’inquinamento che l’industria ha scatenato, alcune caratteristiche ecologiche uniche rendono la gola adatta a una diversa combinazione di fauna selvatica, che è lentamente riapparsa col passare del tempo.

Il fiume si trova al centro di un corridoio migratorio dove si uniscono piante e animali che tipicamente si estendono più a nord o a sud, tra cui diverse specie a rischio di estinzione e minacciate a livello federale, come il pipistrello dalle grandi orecchie della Virginia e il topo selvatico di Allegheny.

Secondo Lizzie Watts, sovrintendente del parco, il fiume stesso è anche notevolmente più caldo delle aree circostanti, rendendolo una popolare destinazione per la pesca in acque calde con più di una dozzina di punti di accesso pubblico. Il fiume è uno dei luoghi principali per la pesca della spigola sulla costa orientale, e oggi il muskellunge e il walleye sono comuni nel parco.

“La prossima generazione avrà l’opportunità di vedere che aspetto ha, negli ultimi 150 anni, quando un’area passa dall’essere disboscata e minata a essere lasciata sola”, ha detto la signora Watts. “L’ecosistema è tornato ad avere alberi pieni e foreste mature”.

Poiché le protezioni federali sono entrate in vigore dopo che il Park Service ha iniziato a sorvegliare l’area come fiume nazionale nel 1978, la fauna selvatica si è ampiamente ripresa e molti vedono un’opportunità per mostrare l’eleganza naturale della regione.

“Per mettere in mostra la nostra arrampicata su roccia, la nostra disponibilità di sport estremi in quella zona, è davvero eccitante”, ha detto la signora Capito di ciò che ha descritto come “una sorta di parte selvaggia e meravigliosa del nostro stato”.

Il National Park Service, creato nel 1916, supervisiona più di 400 aree in tutto il paese, inclusi monumenti nazionali, spiagge e campi di battaglia, nonché parchi, che insieme ammontano a più di 85 milioni di acri.

Sebbene il nuovo titolo di New River Gorge non modifichi fondamentalmente le operazioni quotidiane dell’area, sia i legislatori che il Park Service tendono a vedere “parchi nazionali“Come i gioielli della corona del sistema dei parchi, una protezione concessa ad alcuni dei tratti più grandi e apprezzati del paese.

“Lo status di Parco Nazionale è generalmente considerato come la crema del raccolto”, ha detto la signora Watts. “Ma in realtà è solo un altro di quei nomi.”

Il New River Gorge non corrisponde alla scala di molti parchi nazionali negli Stati Uniti occidentali, dove la Death Valley, il Grand Canyon e lo Yellowstone si estendono su oltre 1 milione di acri ciascuno.

Tuttavia, i funzionari si aspettano che la nuova designazione porti un notevole afflusso di viaggiatori, in parte potenziato da un gruppo dedicato di appassionati che si sforzano di visitare ogni parco nazionale.

In anni tipici, circa 1,3 milioni di viaggiatori visitano la gola, secondo i dati sul turismo del Park Service. Sulla base di studi su altre aree che hanno ricevuto lo status di parco nazionale, la signora Capito ha detto di aspettarsi un aumento dei visitatori fino al 20%.

“Sembra proprio l’inizio della trasformazione dell’intera area”, ha affermato Becky Sullivan, direttore esecutivo del New River Gorge Convention and Visitors Bureau. “Sarò molto, molto interessato a vedere dove saremo tra circa 10 anni.”

Poiché le esclusive attrazioni all’aperto in tutta la regione degli Appalachi hanno acquisito maggiore visibilità nazionale, è cresciuta una certa preoccupazione per l’idea di un insieme ricco e mobile proveniente da fuori dallo stato che calpesta le comunità adiacenti a questi luoghi.

Il West Virginia rimane il secondo stato più povero del paese in termini di reddito familiare medio, secondo i dati raccolti dallo United States Census Bureau. E mentre il turismo ha apportato una necessaria iniezione di ricchezza alle aree intorno alla gola, ha anche cambiato la composizione delle comunità vicine, poiché più persone sono venute a visitare il parco o stabilirsi vicino ad esso.

L’interesse per le offerte naturali intorno al parco ha portato un cambiamento lento ma misurabile per le piccole città vicine come Fayetteville. I funzionari dicono che l’avvento del lavoro a distanza durante la pandemia ha solo accelerato una tendenza delle proprietà nella zona ad essere riutilizzate per affitti per le vacanze e gli estranei che si accaparrano seconde case.

“Non è possibile trovare una casa in vendita a Fayetteville, perché è solo così richiesta”, ha detto Sharon Cruikshank, sindaco della città. “Quindi questo ha decisamente cambiato il budget della città e della contea.”

Quando la legislazione è stata introdotta per la prima volta per designare l’area come parco nazionale, alcuni abitanti del posto hanno respinto. I cacciatori hanno a lungo goduto dell’accesso a sezioni appartate di boschi intorno alla gola e, con la caccia vietata nei parchi federali, alcuni hanno protestato per la potenziale perdita di migliaia di acri di terreni di caccia.

In un compromesso, più di 65.000 acri dell’area totale sono stati designati come riserva naturale dove la caccia può continuare come prima, e solo circa 7.000 acri direttamente all’interno del canyon sono ufficialmente vietati come parco nazionale. È stata inclusa una disposizione per consentire al parco di acquisire più di 3.000 acri di terreno privato attorno ai suoi confini attuali, per espandere le dimensioni della riserva e aggiungere terreni di caccia pubblici.

In un cenno alla tradizione, la legislazione sancisce anche il diritto dei visitatori di continuare a utilizzare una delle caratteristiche più famose del parco – il New River Gorge Bridge – almeno una volta all’anno.

Il BASE jumping, uno sport estremo in cui i saltatori si paracadutano da strutture elevate o scogliere, è vietato in tutti gli altri parchi nazionali.

Ma, dal 1980, ai BASE jumpers è stato permesso di tuffarsi dalla cima del ponte alto 876 piedi e paracadutarsi verso il fiume una volta all’anno, su Bridge Day, tenutasi un sabato di ottobre. La legislazione che designa l’area come parco nazionale consente a questa tradizione di continuare.

Secondo la Sig.ra Sullivan, fino a 100.000 persone vengono in genere a guardare i saltatori che si tuffano, fornendo un notevole impulso alle attività commerciali della regione. L’evento è stato cancellato solo due volte, compreso lo scorso anno a causa del coronavirus.

Gli organizzatori del Bridge Day consigliano ai saltatori che l’unico modo affidabile per atterrare in sicurezza è pianificare l’atterraggio direttamente nel fiume. In anni normali, centinaia lo fanno, spesso più volte quel giorno, scivolando verso il basso e colpendo dolcemente le acque del New River.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *