Il team di Biden cerca di riparare i legami degli Stati Uniti con l’Europa nel primo incontro NATO | Notizie militari


L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden inizierà il lavoro di rinnovamento delle relazioni degli Stati Uniti con i suoi alleati europei quando i ministri della difesa della NATO parteciperanno agli incontri di questa settimana.

La riunione di due giorni, che si terrà in teleconferenza mercoledì e giovedì, dovrebbe stabilire un tono più cooperativo nelle relazioni transatlantiche con il debutto del Segretario alla Difesa di Biden Lloyd Austin.

Biden presenterà anche osservazioni alla Conferenza annuale sulla sicurezza di Monaco alla fine della settimana.

“C’è un’enorme differenza tra Donald Trump e Joe Biden nei loro atteggiamenti nei confronti dell’Europa”, ha detto James Goldgeier, professore di relazioni internazionali presso la American University di Washington, DC.

“Fa una grande differenza che ora abbiamo un presidente che è impegnato nelle relazioni transatlantiche”, ha detto Goldgeier ad Al Jazeera, aggiungendo che Biden è stato “immerso in queste questioni per decenni, quindi è un sollievo per gli europei”.

Una maggiore enfasi sul lavoro con gli alleati rappresenterà un passaggio dall’approccio più conflittuale della precedente amministrazione Trump.

Trump ha ripetutamente confrontato le nazioni della NATO con richieste che spendono di più per la difesa e ulteriormente irritato i leader europei prendendo ripetutamente decisioni unilaterali e aspettandosi che gli alleati degli Stati Uniti le accettassero.

“Trump è stato il presidente più antieuropeo dell’era del secondo dopoguerra. Considerava gli alleati dannosi “, ha detto Goldgeier.

Le discussioni durante la riunione ministeriale della difesa della NATO dovrebbero ruotare attorno a una serie di proposte avanzate da un gruppo di studio della NATO 2030 che chiede che l’alleanza si adatti alle mutevoli condizioni di sicurezza.

Contrastare la Russia rimane la sfida principale della NATO, ma la crescente influenza della Cina, compreso l’acquisto del porto greco del Pireo, è una nuova preoccupazione. Anche la pandemia globale di coronavirus e il cambiamento climatico sono all’ordine del giorno.

L’incontro di questa settimana “si trasformerà in una sorta di riunione dei leader, a cui si spera che Biden possa partecipare di persona, durante l’estate”, ha affermato Rachel Ellehuus, vicedirettore del Programma Europa, Russia ed Eurasia presso il Centro per International Studies, un think tank con sede negli Stati Uniti.

Il focus iniziale di Austin e delle sue controparti nell’incontro di mercoledì sarà “affari interni, come stiamo andando sulla condivisione delle responsabilità, come stiamo facendo sulla nostra posizione di deterrenza e difesa”, ha detto Ellehuus ad Al Jazeera.

Un primo test chiave delle relazioni degli Stati Uniti all’interno dell’alleanza verrà nelle deliberazioni dei ministri della difesa sull’Afghanistan giovedì, ha detto Ellehuus.

L’amministrazione Biden sta rivedendo un accordo di pace tra governo afghano e talebani – in trattative incoraggiate dall’amministrazione Trump – che prevede il ritiro di tutte le truppe straniere in Afghanistan entro il 1 maggio.

Ultimamente, i talebani hanno intensificato gli attacchi contro obiettivi civili, portando i funzionari di Biden e il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg a condannare il livello di violenza in Afghanistan come “inaccettabile”.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg chiede un rinnovo dell’alleanza transatlantica e propone una nuova agenda per la NATO nei prossimi 10 anni [File: Francois Lenoir/Reuters]

In una conferenza stampa di lunedì, Stoltenberg ha suggerito che la tempistica per il ritiro delle 10.000 truppe della NATO in Afghanistan cambierà.

L’alleanza non si ritirerà “prima che sia il momento giusto”, ha detto Stoltenberg. Ha anche sottolineato che la NATO si è impegnata a fornire finanziamenti e sostegno alla formazione per le forze di sicurezza del governo afghano fino al 2024.

Il portavoce del Pentagono John Kirby ha detto in una conferenza stampa il 12 febbraio che Biden non aveva preso decisioni sui livelli delle truppe in Afghanistan. Austin avrebbe utilizzato le consultazioni con i suoi omologhi della NATO per aiutare a formulare eventuali raccomandazioni a Biden, ha detto Kirby.

“Nulla è cambiato nel fatto che continuiamo a rivedere lo stato dell’accordo e il grado di conformità delle parti e non sono state prese decisioni sulla struttura delle forze”, ha detto Kirby ai giornalisti al Pentagono.

Anche la missione di addestramento della NATO in Iraq sarà discussa durante gli incontri di questa settimana, ha detto lunedì Stoltenberg.

“Mi aspetto che i ministri accetteranno di lanciare una missione allargata, con più addestramento e consulenza di personale alleato in più istituzioni di sicurezza in tutto il paese. La missione si espanderà gradualmente, in risposta alla situazione ”, ha detto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *