Microsoft Edge esegue il crowdsourcing dei dati per mostrare o nascondere le richieste di notifica

Microsoft sta provando una nuova soluzione per le richieste persistenti “vuoi consentire le notifiche da questo sito Web” che vedi su Internet: dati di crowdsourcing su quali le persone bloccano e quali consentono. Secondo un post sul blog di oggi, Microsoft chiama questa funzionalità richieste di notifica adattive e la società la sta implementando in Edge 88 dopo aver ricevuto feedback positivi dai tester.

Per un esempio di come funziona, supponiamo che ci sia un sito web che comunemente chiede notifiche e nessuno le vuole. Ignoreranno la richiesta o faranno clic sul pulsante di blocco per assicurarsi di non vederla mai più. Microsoft quindi raccoglie quei dati e smetterà di mostrare ai nuovi utenti la richiesta di notifica in futuro.

Se un numero sufficiente di persone fa clic su “Blocca”, Edge smetterà di mostrare la richiesta di notifica agli utenti.

Nelle versioni precedenti, Edge ha reso le richieste di notifica “silenziose” per impostazione predefinita, il che significa che verrebbero automaticamente bloccati e visualizzati come un’icona a forma di campana nella barra degli indirizzi su cui gli utenti potevano fare clic per partecipare. Nel post del blog, Microsoft afferma che questo ha risolto i reclami degli utenti per aver ricevuto troppe richieste ma ha introdotto nuovi problemi : principalmente, le persone hanno smesso del tutto di abilitare le notifiche, anche su siti in cui molti utenti le abilitavano.

La notifica silenziosa di Edge era discreta ma facile da ignorare.
Immagine: Microsoft

La nuova versione sta cercando di trovare un equilibrio tra mostrare agli utenti le richieste di notifica che potrebbero effettivamente desiderare e nascondere quelle che non lo fanno: quelle che non fanno il taglio verranno automaticamente “zittite”.

Microsoft non sta lasciando gli utenti che non vogliono mai ricevere le richieste (come me) al freddo, tuttavia: puoi riattivare le richieste di notifica silenziose andando su Impostazioni, Cookie e Autorizzazioni sito, quindi Notifiche per riattivarle. Microsoft attiverà automaticamente anche le notifiche silenziose se fai clic su “blocca” su tre richieste di notifica di seguito. Edge bloccherà automaticamente anche le notifiche da un sito se un utente rifiuta una richiesta con il pulsante X tre volte di seguito o la ignora facendo clic in un altro punto della pagina quattro volte di seguito.

Se non usi Edge ma siamo al limite di tutte le richieste di notifica, abbiamo una guida su come disattivarle in tutti i principali browser. Tuttavia, sarebbe bello vedere Chrome e altri adottano una funzionalità simile a questa, in cui le richieste di notifica che sono spam e fastidiose sono nascoste, ma vengono mostrate agli utenti quelle veramente utili (come, ad esempio, per Gmail).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *