Christie’s metterà all’asta per la prima volta opere d’arte puramente digitali | Notizie di arte e cultura


Le offerte online per “Everydays – The First 5000 Days” di Beeple inizieranno a $ 100 alla fine di questo mese, ha annunciato la casa d’aste.

Christie’s martedì ha detto che stava mettendo in vendita quella che ha descritto come la prima opera d’arte puramente digitale offerta da una grande casa d’aste.

“Everydays – The First 5000 Days”, dell’artista digitale americano noto come Beeple, comprende tutte le opere d’arte che ha realizzato nel corso di 13 anni.

Christie’s a New York ha detto che, poiché l’impresa era così nuova per la casa d’aste, le offerte per la vendita online dal 27 febbraio all’11 marzo sarebbero iniziate a soli $ 100.

L’opera d’arte porta ciò che è noto come un token non fungibile (NFT), un token digitale unico che viene crittografato con la firma dell’artista e che verifica la proprietà e l’autenticità del lavoro ed è permanentemente attaccato al pezzo.

L’asta arriva in un momento di rapida espansione del mercato dell’arte digitale, dove i creatori utilizzano immagini generate al computer, foto digitalizzate, video manipolati e altri media per creare opere originali.

La recente introduzione degli NFT apre la strada alla vendita di arte digitale allo stesso modo dei dipinti e delle sculture tradizionali.

“Non diversamente dall’avvento della Street Art come categoria di collezionismo blue chip, l’arte basata su NFT è sulla soglia di diventare la prossima forza ingegnosamente dirompente nel mercato dell’arte”, Noah Davis, specialista di Christie in arte del dopoguerra e contemporanea, ha detto in una dichiarazione.

Beeple, con sede nel Wisconsin, ha avviato il suo progetto “Everydays” nel 2007, promettendo di creare e pubblicare online una nuova opera d’arte ogni giorno. “The First 5000 Days” li racchiude tutti in un’unica composizione.

Beeple ha un ampio seguito e ha lavorato con cantanti pop come Ariana Grande e Justin Bieber per creare immagini per i loro concerti. Le sue opere d’arte sono state anche presenti nella collezione di moda donna primavera 2019 di Louis Vuitton.

L’asta di Christie’s segue la vendita nell’ottobre 2018 di un ritratto prodotto interamente dall’intelligenza artificiale.

“Ritratto di Edmond Belamy”, del collettivo artistico francese Obvious, è stato venduto per 432.500 dollari ed è stato descritto come il primo ritratto generato da un algoritmo messo all’asta.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *