La Chevy Bolt è ora un SUV compatto con 250 miglia di autonomia e guida “a mani libere”

La Chevy Bolt sta subendo uno scatto di crescita. La General Motors ha presentato domenica due nuove versioni del Bolt: una nuova versione hatchback Bolt EV con un raggio d’azione più lungo e nuove caratteristiche high-tech, e il nuovissimo Bolt EUV – essenzialmente un SUV compatto – con più spazio per le gambe e meno portata rispetto al Bolt EV .

In uscita questa estate, il Bolt EV aggiornato sarà venduto per $ 31.995 – o circa $ 5.000 in meno rispetto all’attuale Bolt EV dell’anno modello. Anche il Bolt EUV (che sta per “veicolo elettrico utilitario”) sarà meno costoso e costerà $ 33.995. Una versione “Launch” in edizione limitata, con ruote uniche, badge speciale e una porta di ricarica illuminata, sarà disponibile per $ 43.495. Bolt EV ed EUV avrebbero dovuto entrare in produzione alla fine del 2020, ma sono stati ritardati fino a quest’anno a causa della pandemia di coronavirus.

Introdotta per la prima volta nel 2016, la Chevy Bolt doveva essere la prima pugnalata di General Motors a un veicolo esclusivamente elettrico a batteria del mercato di massa con oltre 200 miglia di autonomia e un prezzo accessibile. Ma le vendite sono state anemiche dall’uscita della Tesla Model 3 nel 2018, che è arrivata a dominare il mercato dei veicoli elettrici negli Stati Uniti e all’estero. Le dimensioni compatte dell’autovettura a tre oa cinque porte del Bolt non sono ciò che la maggior parte degli acquirenti di auto americani sta cercando in questi giorni. E un recente richiamo dei bulloni dell’anno modello 2017-2019 relativi a una batteria difettosa non ha certamente aiutato i problemi di immagine di GM con il veicolo elettrico.

La casa automobilistica spera di sollevare le fortune del Bolt con queste due nuove versioni, ma potrebbe essere difficile dato che la tecnologia che alimenta il Bolt sta rapidamente diventando obsoleta. Sia il Bolt EV che il Bolt EUV saranno costruiti sulla piattaforma BEV2 di GM, che si distingue dal nuovo pacco batterie “Ultium” annunciato all’inizio del 2020. La Cadillac Lyriq e GMC Hummer EV, recentemente svelate, saranno i primi veicoli a essere costruiti questa nuova architettura. GM ha affermato che la chimica avanzata della batteria di Ultium consentirà ai suoi futuri veicoli elettrici di viaggiare più lontano con una singola carica e ricaricarsi a un ritmo più veloce. Ma la casa automobilistica non ha intenzione di spostare il Bolt sulla piattaforma Ultium, secondo l’ingegnere capo di Chevy.

Come consolazione per la sua irrilevanza che si avvicina, entrambe le versioni del Bolt arriveranno con Super Cruise, il sistema di assistenza alla guida avanzato “a mani libere” che in precedenza era disponibile solo sui veicoli Cadillac. Bolt EV e EUV sono i primi veicoli non Cadillac e i primi veicoli elettrici ad avere Super Cruise.

Il prezzo aiuta a compensare le carenze del Bolt. Quando è stato introdotto per la prima volta cinque anni fa, la casa automobilistica aveva ancora diritto al credito d’imposta di $ 7.500 del governo federale, che ha effettivamente reso il Bolt un veicolo da $ 30.000. Ma nel 2019, GM ha venduto il suo 200.000esimo EV negli Stati Uniti, innescando una graduale eliminazione del credito d’imposta. Non più idoneo per quell’incentivo, GM ha deciso di attenersi al prezzo ridotto per queste ultime versioni, il che è incoraggiante.

GM afferma che il pacco batteria da 65 kWh del Bolt EV consentirà 259 miglia di autonomia con una singola carica, mentre il Bolt EUV leggermente più pesante avrà 250 miglia di autonomia, sostanzialmente la stessa del modello dell’anno in corso. Il Bolt 2018 originale aveva 238 miglia di autonomia, ma in genere ne otteneva meno a causa del freddo o di altri fattori esterni. Nessuno dei due veicoli è stato ancora certificato dalle autorità di regolamentazione statunitensi o europee.

Chevy include anche un sistema di gestione termica attiva che utilizza il refrigerante per mantenere la temperatura della batteria. Alla fine dell’anno scorso, General Motors è stata costretta a richiamare oltre 68.000 Chevy Bolt prodotte tra il 2017 e il 2019 dopo che sono stati segnalati diversi incendi di batterie. Le autorità di regolamentazione federali stanno indagando ed è stata intentata un’azione legale collettiva in cui si afferma che la batteria del Bolt è “incline a prendere fuoco”.

Secondo Jesse Ortega, ingegnere capo di Chevy, i nuovi Bolt utilizzano una diversa chimica della batteria che aiuterà a prevenire futuri incidenti, la stessa chimica che ha permesso alla casa automobilistica di aumentare l’autonomia da 238 miglia a 250 miglia.

Entrambe le versioni del Bolt sono dotate di un’unità di azionamento a motore singolo che può erogare 200 cavalli grazie a 150 kW di potenza e 360 ​​Newton metri di coppia. Come i modelli precedenti, i nuovi Bolts avranno la frenata rigenerativa e una modalità di guida con un pedale che è abbastanza comune tra i veicoli elettrici oggi.

Il Bolt EUV e il Bolt EV riprogettato condividono un’architettura, ma i loro design sono unici. Nessuna parte in lamiera esterna è condivisa tra i due veicoli, dopo che alcuni proprietari si sono lamentati delle lamiere poco brillanti nelle versioni precedenti. L’EUV è più lungo di circa 6 pollici e avrà circa 3 pollici di spazio per le gambe posteriore in più rispetto al Bolt EV.

La griglia è stata ottimizzata, sostituendo l’aspetto bicolore del Bolt precedente con una fascia più monocromatica. Chevy sta mantenendo un piccolo pannello di ventilazione piuttosto che abbracciare il front-end completamente piatto di altri veicoli elettrici come la Tesla Model 3.

Gli interni di Bolt sono sempre stati più pratici che stimolanti, con abbondanza di plastica dura. Ora gli interni di Bolt EV ed EUV sono stati ridisegnati per includere più schermi e sensori, principalmente per contribuire a rafforzare la promessa di Super Cruise di una guida “a mani libere”. Chevy ha persino strappato via i sedili spesso criticati del Bolt e li ha sostituiti con sedili che presentano un motivo geometrico triangolare e cuciture a contrasto di colore, che la casa automobilistica afferma essere un “design premium che offre un’atmosfera coerente e di alto livello”. Non le parole che normalmente vedi usate per descrivere un veicolo da $ 30.000.

Lo schermo principale di infotainment da 10,2 pollici è ancora incorporato nel cruscotto, ma è integrato più perfettamente nella console centrale rispetto al design originale di Bolt. I pulsanti fisici sono più lisci e meno pesanti. E Chevy ha sostituito la leva del cambio con una serie di pulsanti elettronici per liberare più spazio interno. C’è anche un nuovo pulsante di guida a pedale che mantiene il sistema attivo tra i cicli di guida.

Altre nuove aggiunte includono la barra luminosa nella parte superiore del volante e il sensore a infrarossi sul piantone dello sterzo. Questi sono componenti del sistema di guida assistita Super Cruise di GM, che utilizza telecamere, radar e dati di mappatura per consentire agli utenti di guidare a mani libere su autostrade divise. Super Cruise non è un sistema di guida autonoma, in quanto richiede comunque ai conducenti di tenere gli occhi sulla strada e abbastanza impegnati da essere in grado di subentrare in un attimo. In particolare, Bolt EV e Bolt EUV arriveranno solo con la versione standard di Super Cruise, non la versione migliorata che include il cambio automatico di corsia.

La ricarica di veicoli elettrici negli Stati Uniti è un po ‘un disastro e, sebbene Chevy non possa risolvere alcuni dei problemi più intrattabili, sta facendo il possibile per rendere la ricarica un po’ meno un mal di testa. Un cavo di ricarica a doppio livello è incluso con il Bolt, che secondo Chevy eliminerà la necessità per molte persone di acquistare un caricabatterie separato per la loro casa. La spina intercambiabile consente ai clienti di collegarsi a una presa standard a tre poli da 120 volt per la ricarica di livello 1 e una presa da 240 volt per la ricarica di livello 2 fino a 7,2 kilowatt. Entrambi i veicoli sono anche in grado di caricare 11 kW di livello 2, ma è necessaria un’apparecchiatura di ricarica separata.

Come ulteriore vantaggio, chiunque acquisti o noleggi un Bolt EUV o Bolt EV otterrà l’installazione gratuita di un caricabatterie di livello 2 nella propria casa tramite La partnership di GM con Qmerit, un installatore di caricabatterie da casa. Per la ricarica in movimento, GM sta collaborando con l’operatore di stazioni di ricarica pubbliche EVgo per includere oltre 80.000 caricatori pubblici nell’app My Chevrolet.

Ma i tempi di ricarica saranno comunque soggetti ai livelli di potenza di ogni singolo caricatore. Quando sono collegati a un normale sistema da 120 volt (cioè la maggior parte delle prese domestiche), Bolt EV ed EUV avranno solo quattro miglia di autonomia per ogni ora di ricarica. Collegato a una presa da 240 volt, il Bolt si caricherà completamente in sette ore. E un caricabatterie rapido DC aggiungerà fino a 100 miglia in 30 minuti per entrambi i veicoli.

L’accessibilità è sempre stata il punto di forza più forte di Bolt, offrendo una batteria di dimensioni decenti e un’autonomia adeguata per meno di $ 35.000. Chevy voleva garantire che Bolt rimanesse conveniente anche se aggiungeva nuove funzionalità, come Super Cruise, o saliva di livello fino allo stato di crossover, ha affermato Steve Majoros, vice presidente del marketing Chevy. Mantenere il prezzo basso aiuterà a stimolare l’adozione di veicoli elettrici dal suo stato attuale di solo il 2 percento delle vendite negli Stati Uniti a oltre il 15-20 percento del mercato automobilistico complessivo, ha affermato.

“GHIACCIO [internal combustion engine] i veicoli saranno in giro per molto tempo “, ha detto Majoros. “Ma il movimento EV è reale.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *