La CAR terrà le elezioni parlamentari di ballottaggio a marzo | Notizie sulle elezioni


Il decreto del presidente Touadera afferma che il primo turno di votazioni si svolgerà anche nei collegi elettorali in cui il voto di dicembre è stato interrotto.

La Repubblica Centrafricana (CAR) terrà il mese prossimo un secondo turno di votazioni per le elezioni legislative in alcuni collegi elettorali, nonché un primo turno in cui il voto di dicembre è stato interrotto in mezzo a una nuova ondata di disordini nel paese colpito dalla violenza.

Il presidente Faustin Archange Touadera ha detto in un decreto sabato che il secondo turno si svolgerà il 14 marzo. Anche le regioni in cui il primo turno è stato interrotto dalla violenza dei ribelli e da altri fattori voteranno nella stessa data.

La campagna per il primo turno si aprirà il 27 febbraio e per il secondo turno il 6 marzo.

Appena un terzo delle potenziali votazioni è stato espresso al primo turno del 27 dicembre – e nelle elezioni presidenziali tenutesi lo stesso giorno – a causa delle intimidazioni degli elettori nelle aree controllate dai gruppi ribelli.

La Corte costituzionale ha annullato i risultati del primo turno in 13 distretti votanti su 140 a causa di irregolarità. Non ci sono state votazioni in circa altre 50 persone a causa della situazione della sicurezza.

Solo 22 deputati su 140 hanno vinto i loro seggi a titolo definitivo al primo turno, di cui solo quattro sono del partito di Touadera.

Tuttavia, il mese scorso la corte ha confermato che Touadera aveva vinto un secondo mandato al primo turno delle elezioni presidenziali, con il 53,16% dei voti. L’opposizione aveva sollecitato il tribunale a ordinare una ripetizione della votazione, affermando che l’insicurezza e le presunte irregolarità avevano rovinato il processo.

Il 2 febbraio, una coalizione di partiti di opposizione, COD-2020, ha annunciato il ritiro dalle prossime elezioni, rivendicando una massiccia frode al primo turno.

Il giorno dopo, l’URCA – uno dei principali partiti di quell’alleanza – ha annunciato che avrebbe contestato il voto parlamentare al secondo turno. L’URCA è guidata da Anicet Georges Dologuele, seconda alle elezioni presidenziali con il 21,69 per cento dei voti.

Uno dei paesi più poveri del mondo, la RCA ha lottato contro l’instabilità dal 2013, quando l’allora presidente Francois Bozize è stato rovesciato. Il governo della capitale, Bangui, controlla attualmente circa un terzo del territorio.

Il 19 dicembre, un’alleanza di sei gruppi armati – che si fa chiamare Coalition of Patriots for Change (CPC) – ha lanciato un’offensiva su Bangui, tagliando un’autostrada chiave che ha lasciato più di 1.500 camion bloccati al confine con il vicino Camerun.

Da allora i paramilitari russi e le truppe ruandesi hanno aiutato le forze governative a riconquistare una serie di città detenute fino a poco tempo fa dai combattenti del PCC.

Il decreto di Touadera è arrivato pochi giorni dopo che il blocco di 50 giorni dei ribelli di Bangui era stato rotto con l’arrivo del convoglio di pronto soccorso.

Venerdì, il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR) ha detto che la violenza è avvenuta costretto più di 180.000 persone sono fuggite dalle proprie case negli ultimi mesi, provocando una “catastrofica crisi umanitaria”.

Centinaia di migliaia di persone non hanno accesso al cibo o all’assistenza sanitaria, ha detto il presidente del CICR Peter Maurer in una dichiarazione a seguito di una visita alla RCA.

“Siamo preoccupati che la malnutrizione diventi ancora più grave, perché molte famiglie non possono più acquistare cibo a sufficienza o perché ciò che possono acquistare non è sufficientemente nutriente”, ha detto Maurer.

In una città nel nord-est del paese, Kaga-Bandoro, il CICR ha sostenuto circa 720 vittime di violenza sessuale e ha tenuto 1.400 consultazioni psicologiche l’anno scorso.

“Queste cifre suggeriscono un livello di violenza terrificante, ma ancora non riflettono l’entità del bisogno”, ha aggiunto Maurer.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *