Cos’è Clubhouse e perché l’app di chat audio è così popolare? | Notizie dai media


Clubhouse, l’app di chat audio solo su invito, è esplosa in popolarità durante la pandemia di coronavirus quando le persone non potevano incontrarsi di persona, ma ora la piattaforma di nicchia ha obiettivi molto più alti.

Lanciato meno di un anno fa, Clubhouse – che ha recentemente riscontrato un problema di censura in Cina – sta cercando di affermarsi come il portabandiera dell’audio digitale.

Il concetto è semplice: una volta invitato a partecipare, è possibile avviare o ascoltare conversazioni in “stanze” digitali, che vanno da un discorso importante di qualcuno famoso a una chat all’interno di un piccolo gruppo.

Nessun post, nessuna foto, nessun video, solo audio. Considerali come podcast dal vivo, con la possibilità per gli ascoltatori di intervenire.

Per essere invitato a iscriversi alla Clubhouse, un utente esistente della Clubhouse deve inviare un invito dalla propria app, che si aggiunge all’esclusività del “club”.

Il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg è apparso sulla piattaforma la scorsa settimana, parlando della tecnologia del futuro.

In effetti, Clubhouse è così popolare che Facebook sta ora costruendo la propria versione dell’app di chat, ha riferito il New York Times mercoledì, citando persone che hanno familiarità con la questione.

L’amministratore delegato di SpaceX e Tesla Elon Musk si è presentato a Clubhouse alla fine del mese scorso per parlare della frenesia del trading di GameStop.

In Germania, il ministro presidente della Turingia Bodo Ramelow ha ammesso in un discorso su Clubhouse di giocare a Candy Crush sul suo telefono durante gli incontri online di risposta alla pandemia con il cancelliere tedesco Angela Merkel.

Ma l’app è stata rapidamente bloccata in Cina, dove conversazioni non filtrate su argomenti normalmente tabù, come le proteste per la democrazia a Hong Kong e la detenzione di massa di uiguri musulmani nello Xinjiang, si sono scontrate con la censura del governo.

I discorsi non filtrati su Clubhouse si sono scontrati con la censura del governo in Cina, che ha vietato l’app [Florence Lo/Reuters]

L’app, disponibile solo sui dispositivi Apple, si basa sul concetto di FOMO: paura di perdersi. Se non sei online quando avviene una conversazione, ti manca.

“Ero molto attivo in aprile e maggio”, afferma Sheel Mohnot, un investitore californiano con oltre un milione di follower della Clubhouse. “E poi, sai, ti sei dato da fare e altre cose stavano succedendo. Ed è solo difficile renderlo una priorità. “

“Ma ancora una volta, ora, direi, torno abbastanza regolarmente”, ha aggiunto Mohnot, che aveva anche un secondo appuntamento sulla piattaforma – con due dozzine di persone che ascoltavano e uno psicologo in sottofondo per commentare come è andato.

Oltre a FOMO, Clubhouse – lanciato nel marzo 2020 nella Silicon Valley per pochi eletti, ma ora utilizzato da circa due milioni di persone ogni settimana – prospera sulla sua portabilità.

Gli utenti possono portare a spasso il cane o cucinare la cena mentre ascoltano i discorsi sul finanziamento di una start-up o sullo stato attuale dell’istruzione, o anche sintonizzarsi durante i giochi a quiz.

A differenza dei podcast, tutto è live e gli utenti possono partecipare, a condizione che siano invitati a farlo dai moderatori della chat.

Base utenti costellata di stelle

Una chat Clubhouse può essere banale, ma può anche essere trasformata in un evento imperdibile se si presenta qualcuno di famoso. Oltre alle recenti apparizioni di Zuckerberg e Musk, il comico Kevin Hart è apparso in una chat l’anno scorso.

Per l’apparizione di Musk con il capo dell’app di trading Robinhood, la capacità massima della “stanza” di 5.000 persone è stata rapidamente raggiunta, quindi sono state aperte stanze di overflow secondarie.

“Non sono entrato nella stanza. Ma qualcuno che era entrato nella stanza stava trasmettendo in live streaming su YouTube “, ha detto Bobby Thakkar, un managing partner di Ampersand Ventures e uno dei primi ad adottare Clubhouse.

Nei primi giorni, Thakkar trascorreva 25 ore a settimana in Clubhouse, dato quanto poco poteva uscire a causa delle misure di blocco della pandemia.

“Tutti si conoscevano” quando Clubhouse fu lanciato per la prima volta, ha detto Thakkar all’agenzia di stampa AFP. Ora, preferisce le chat room in cui parla solo con i suoi amici o di argomenti relativi alla sua attività.

Mohnot dice di essere felice che Clubhouse si stia espandendo così rapidamente.

“Pensalo come un podcast e avere più ascoltatori. Se hai più ascoltatori, ti rende più entusiasta di fare il podcast “, ha detto ad AFP.

L’anno scorso, Mohnot ha partecipato a tutti i tipi di conversazioni, incluso il secondo appuntamento pubblico. Attualmente ospita due spettacoli settimanali: uno sui progressi della tecnologia finanziaria e l’altro sulla cultura indiana americana.

All’inizio, Clubhouse è stata criticata per essere elitaria e non consentire un numero sufficiente di utenti, ma alcune delle comunità iniziali – molte delle quali si sono formate intorno agli investitori della California – sono comunque ancora influenti.

In poche parole, devi far parte del club.

Il grande momento dell’audio

Per David Bchiri, direttore degli Stati Uniti per la società di consulenza Fabernovel, “Clubhouse è atterrato giusto in tempo come piattaforma dove le persone potevano sfogare i loro pensieri ed emozioni” sulla pandemia e le proteste estive contro l’ingiustizia razziale negli Stati Uniti.

L’app ora deve affrontare le solite sfide nel mondo dei social media, da come monetizzare la sua popolarità a come pagare i creatori di contenuti, a come moderare quei contenuti.

“Ora vogliamo aprire Clubhouse a tutto il mondo”, hanno detto i fondatori dell’app Paul Davison e Rohan Seth a fine gennaio.

Al di là degli apparenti problemi in Cina, l’app sta volando alto.

Con il sostegno di oltre 180 investitori dopo un nuovo round di raccolta fondi, Clubhouse ha un valore di circa $ 1 miliardo, secondo The Information, una pubblicazione per dirigenti tecnologici.

“L’ultimo giro di vite ha effettivamente creato una barriera per chiunque cerchi di rilevare la società”, ha detto Bchiri ad AFP, sottolineando che crede che gli investitori stiano cercando di proteggere Clubhouse da Big Tech.

Ciononostante Clubhouse sta decisamente attirando l’attenzione di Big Tech.

Twitter sta testando “Spaces”, chat room audio in cui fino a 10 persone possono parlare con un numero illimitato di spettatori. Si dice che Facebook stia guardando un’offerta simile.

“Siamo nell’era dell’audio”, afferma Bchiri.

“I nostri nipoti non avranno mai le tastiere. Non avranno bisogno di interagire con le macchine in questo modo. Tutto sarà fatto con comandi vocali o semplicemente pensando a un’attività. “



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.