L’imprenditore nero irrompe nell’esclusivo champagne club francese | France News


Per quanto a sua conoscenza, Marie-Ines Romelle è l’unico produttore nero di champagne.

Quando Marie-Ines Romelle, una donna nera nata nell’isola caraibica della Guadalupa, ha deciso di unirsi al mondo esclusivo dei produttori di champagne francesi, non ha visto nessuno che le somigliasse.

Invece di essere intimidita, ha applicato il motto con cui cerca di vivere la sua vita.

“Devi osare. Quando osiamo, riusciamo a spingere le porte aperte “, ha detto.

Romelle, 42 anni, gestisce ora la sua etichetta di champagne, in collaborazione con un vigneto locale, e afferma di aver trovato un mercato tra i clienti di origine caraibica che desiderano un marchio che rifletta i loro legami con la regione.

Il marchio si chiama Marie Cesaire, un portmanteau dei nomi di sua madre e suo padre. In un cenno ai Caraibi, l’etichetta sulla bottiglia riporta l’immagine di un colibrì e la bevanda è addolcita con zucchero di canna grezzo.

Per quanto a sua conoscenza, è l’unico produttore nero di champagne, una denominazione rigorosamente regolamentata riservata esclusivamente allo spumante prodotto nella regione della Champagne nel nord-est della Francia.

Quando Romelle aveva 3 anni, lei e la sua famiglia si trasferirono dalla Guadalupa in un sobborgo di Parigi.

Suo padre è morto quando lei aveva 9 anni e lei ha lasciato la scuola a 16 anni per mantenere la sua famiglia. Ha sviluppato una passione per lo champagne quando lavorava come commessa in una gastronomia dell’aeroporto vicino a Parigi.

Anni dopo, nel 2015, dopo aver lavorato come gestore di negozi, come asset manager di banca e dopo aver studiato per una laurea in economia, si è trasferita nella regione dello Champagne e ha lanciato il suo marchio.

Ha detto che sperava di aprire la strada ad altre persone appartenenti a minoranze etniche.

“Dobbiamo smetterla di costruire barriere e dirci che ‘non posso fare questo o quello'”, ha detto.

“Spero che domani qualcuno si identificherà con me, e che avrò un impatto su di loro, che oseranno fare cose che prima non avevano osato.”



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.