Il passaggio da sogno di Mesut Ozil al Fenerbahce è una scommessa? | Notizie di calcio


L’acquisto da parte del Fenerbahce di Mesut Ozil dall’Arsenal ha generato un’enorme eccitazione tra i tifosi della squadra di calcio turca che negli ultimi anni ha avuto poco da tifare.

I giganti di Istanbul – uno dei tre grandi club del calcio turco – non vincono la Super League turca dal 2014, un’eternità per un club della sua statura.

L’acquisto del 32enne Ozil, centrocampista offensivo di origine turca e vincitore della Coppa del Mondo con la Germania, è diventato il più grande acquisto nel calcio turco per molti anni.

L’entusiasmo è stato tale che, secondo Flightradar24, a un certo punto più di 300.000 persone stavano seguendo il suo volo da Londra a Istanbul il 18 gennaio.

Ma in mezzo alla fanfara, Ozil arriva a Istanbul con il calcio e il bagaglio politico e alza la posta in gioco in questa stagione per il Fenerbahce e il suo assediato presidente del club Ali Koc.

‘Molto eccitato’

Da un punto di vista finanziario, il trasferimento è – almeno apparentemente – sorprendente.

Il calcio turco è impantanato nei debiti, in parte per anni di spese eccessive croniche per i giocatori e scarsa responsabilità finanziaria.

Sebbene Ozil si sia unito come free agent, il Fenerbahce – il cui debito stimato ammonta a più di $ 500 milioni – ha dovuto lanciare una campagna di raccolta fondi per finanziare i suoi stipendi, chiedendo ai fan delle donazioni.

Il suo contratto di tre anni e mezzo farà guadagnare a Ozil almeno nove milioni di euro (10,9 milioni di dollari) e un bonus alla firma di 550.000 euro (667.340 dollari).

Mentre il Fenerbahce punta sulla vendita di prodotti Ozil e spera che porti il ​​club al titolo di campionato che otterrebbe un forte dividendo con la qualificazione alla Champions League, il suo arrivo potrebbe limitare ulteriormente la capacità del club di adempiere ai propri obblighi ai sensi delle regole del Fair Play finanziario della UEFA che lo impongono i club devono andare in pareggio.

Aggiungerà più debito in valuta estera a un club in un momento in cui la lira turca è notevolmente debole.

Ozil ha subito un’enorme riduzione dello stipendio per rescindere i restanti sei mesi del suo contratto con l’Arsenal, che si pensava avesse un valore fino a 350.000 sterline ($ 480.100) a settimana.

Avrebbe anche potuto guadagnare molto di più firmando con un club negli Stati Uniti o in Qatar.

Ma dopo aver guadagnato circa 100 milioni di sterline (137,4 milioni di dollari) durante il suo periodo all’Arsenal, Ozil forse non aveva bisogno di soldi così tanto quanto aveva bisogno di amore e rispetto dopo alcuni difficili anni.

Fenerbahce e Turchia sembrano avere una forte spinta emotiva su di lui.

Nato e cresciuto a Gelsenkirchen, nella Germania occidentale, Ozil dice di aver sostenuto il Fenerbahce fin dall’infanzia e che entrare a far parte di questo club è stata una mossa da “sogno”.

“Sono molto emozionato. Dio mi ha dato la possibilità di indossare questa maglia come tifoso del Fenerbahce. A Dio piacendo, lo porterò con onore e farò tutto il possibile per la squadra ”, ha detto mercoledì alla sua presentazione.

In Turchia, Ozil è un eroe per alcuni.

Parte dell’entusiasmo è dovuto alla sua qualità da star, ma è anche visto da alcuni come una sorta di “ritorno a casa” per un giocatore che è sempre stato orgoglioso della sua eredità turca.

Indosserà il numero 67, le prime due cifre del codice postale e il numero di targa della provincia natale della sua famiglia, Zonguldak, nella regione del Mar Nero in Turchia.

Sembra probabile che Ozil brami l’adulazione dopo aver presumibilmente affrontato il razzismo durante la sua carriera internazionale e diventare una figura sempre più divisiva e abbandonata all’Arsenal nelle ultime stagioni.

Alcuni hanno persino scherzato sul fatto che il numero di persone che seguivano il suo volo per Istanbul includesse molti fan dell’Arsenal che volevano essere sicuri che se ne fosse davvero andato.

Arrivo con bagaglio

Ozil ha firmato il record dell’Arsenal quando l’ex allenatore Arsene Wenger lo ha portato dal Real Madrid nel 2013.

Durante le sue prime stagioni in Premier League, ha stupito con il suo estro e la sua creatività, e ha concluso con 44 gol e 77 assist in 254 presenze.

Ma è diventato anche un parafulmine per critiche e polemiche.

Sebbene abbia giocato 92 presenze in nazionale ed è stato una parte fondamentale della squadra vincitrice della Coppa del Mondo 2014 della Germania, ha concluso la sua carriera internazionale nel 2018 dopo quello che ha definito critiche razziste e capro espiatorio dopo l’uscita al primo turno della Germania al torneo 2018.

“Sono tedesco quando vinciamo, ma sono immigrato quando perdiamo”, ha detto.

Ozil è stato anche pesantemente criticato in Germania quando ha posato per una foto con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan in vista della Coppa del Mondo 2018.

Erdogan era l’uomo migliore al matrimonio di Ozil l’anno successivo.

Le prestazioni e i ritorni in campo di Ozil per l’Arsenal sono diminuiti nel tempo e stava aumentando in disgrazia, specialmente dopo la partenza di Wenger nel 2018.

È diventato profondamente impopolare tra molti fan dell’Arsenal. I detrattori hanno messo in dubbio il suo impegno per il club mentre ricevevano uno degli stipendi più alti del campionato.

I fan più comprensivi hanno sottolineato il suo stile di gioco languido che smentiva la distanza significativa che era solito coprire in campo e si lamentava della mancanza di tempo di gioco che gli era stato dato in mezzo al suo desiderio dichiarato di irrompere nella squadra dell’Arsenal.

Si è anche trovato in disaccordo con il club nel dicembre 2019 dopo i suoi commenti sulla persecuzione da parte della Cina della sua minoranza turca e musulmana uigura, da cui il club ha preso le distanze.

Ozil ha avuto più critiche dopo aver rifiutato un taglio di stipendio durante il blocco COVID l’anno scorso.

La sua ultima apparizione competitiva con l’Arsenal è stata a marzo 2020 ma insiste è in buona forma e Koc ha detto che dovrebbe essere pronto a fare il suo debutto nel derby di Istanbul contro il Galatasaray del 6 febbraio, se non prima.

Elezioni in arrivo

Il suo trasferimento è ancora una scommessa per il Fenerbahce.

Forse Ozil si sistemerà rapidamente ed eccellerà in un campionato che ha uno standard inferiore rispetto alla Premier League.

Ma non gioca da quasi un anno – non è chiaro quanto sia bravo adesso – e potrebbe faticare ad adattarsi a uno stile più rudimentale, in un campionato fisico e instabile, insieme ad alcuni compagni di squadra che potrebbero non essere neanche lontanamente vicini al suo livello.

C’è molto da aspettarsi che un giocatore trasformi una squadra per la quale il Fenerbahce, pur essendo secondo in classifica, ha lottato a lungo per una forma coerente.

Ozil con il presidente del Fenerbahce Ali Koc durante la firma ufficiale [Murad Sezer/Reuters]

Koc – un rampollo urbano di una delle famiglie più ricche della Turchia – è stato eletto presidente nel 2017 dopo aver promesso di invertire le fortune del club, riparare le sue finanze disastrose e sviluppare giovani giocatori ponendo fine a trasferimenti eccessivi che spesso erano fardelli e flop.

Ma con una nuova elezione prevista per la fine dell’anno, il club deve ancora vincere un trofeo sotto la sua guida.

Il calcio turco è notoriamente impaziente, la pressione è immensa e tifosi e membri scontenti devono essere placati. La firma di Ozil potrebbe essere una mossa utile e popolare in vista delle imminenti elezioni, ma è anche rischiosa.

Koc ha consegnato Ozil, e ora ci si aspetta che Ozil consegni il titolo di questa stagione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *