Funzionari canadesi incontrano l’ex diplomatico tenuto sotto custodia cinese | Notizie sui diritti umani


Ottawa afferma che i funzionari del ministero degli esteri si sono incontrati online con Michael Kovrig, che si trova in Cina dal dicembre 2018.

Il Canada ha detto che i suoi funzionari hanno incontrato online l’ex diplomatico Michael Kovrig che è stato trattenuto in Cina per più di due anni in un caso legato alla detenzione di un dirigente del gigante cinese delle telecomunicazioni Huawei.

Il ministero degli Esteri canadese ha detto che i funzionari guidati dall’ambasciatore Dominic Barton hanno avuto “accesso consolare virtuale in loco” a Kovrig giovedì. Il ministero ha affermato di non essere in grado di rilasciare ulteriori dettagli.

Kovrig e l’uomo d’affari Michael Spavor sono stati confinati dal 10 dicembre 2018, pochi giorni dopo che il Canada ha arrestato il dirigente Huawei Meng Wanzhou, che è anche la figlia del fondatore del gigante cinese delle apparecchiature di telecomunicazione.

“Il governo canadese rimane profondamente preoccupato per la detenzione arbitraria da parte delle autorità cinesi di Michael Kovrig e Michael Spavor dal dicembre 2018 e continua a chiedere il loro rilascio immediato”, ha detto il ministero.

La Cina afferma che la coppia è sospettata di mettere in pericolo la sicurezza nazionale, ma ha anche tracciato chiari collegamenti tra la loro detenzione e il caso contro Meng, che sta combattendo la deportazione negli Stati Uniti dove deve affrontare accuse di frode.

Pechino dice che la detenzione di Meng, che è agli arresti domiciliari in una villa di lusso che possiede a Vancouver, è politicamente motivata e ha chiesto il suo rilascio immediato e incondizionato.

Affari con l’Iran

I pubblici ministeri cinesi hanno annunciato lo scorso anno che Kovrig era stato accusato di sospetto di spionaggio per segreti di stato e intelligence, e Spavor per sospetto di spionaggio per un’entità straniera e per aver fornito illegalmente segreti di stato. Non è noto pubblicamente dove siano detenuti o in quali condizioni.

Ai diplomatici canadesi era stato negato ogni accesso ai due uomini da gennaio a ottobre a causa delle precauzioni contro il coronavirus citate dalla parte cinese.

L’arresto di Meng ha gravemente danneggiato le relazioni tra Canada e Cina, che ha condannato a morte altri due canadesi e sospeso le importazioni di canola canadese.

Washington accusa Meng, chief financial officer di Huawei Technologies, di utilizzare una società di comodo di Hong Kong per ingannare le banche e fare affari con l’Iran in violazione delle sanzioni statunitensi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *