QAnon in disordine mentre la realtà della presidenza Biden si assesta | Donald Trump News


Mentre i sostenitori della teoria del complotto di QAnon affrontano la realtà della presidenza di Joe Biden – qualcosa che credevano non sarebbe mai potuto accadere – il movimento sembra cercare una via da seguire mentre alcuni mettono da parte le loro convinzioni, secondo i ricercatori.

QAnon è una serie di credenze infondate basate sulla nozione confutata che una cabala cannibalistica di élite liberali che lavora per trafficare bambini e raccogliere il loro sangue per rimanere giovani per volere di demoni interdimensionali o vampiri psichici, a seconda dell’aderente.

Gli aderenti credevano che l’ex presidente Donald Trump fosse stato scelto per sconfiggere la cabala, sulla base delle “cadute” di una figura anonima chiamata “Q” sull’immagine di 4Chan.

La cospirazione ha guadagnato slancio nel 2017, dopo che Q ha fatto il suo primo calo criptico e ha incluso numerose altre teorie infondate, come quelle del movimento anti-vaccino che afferma che i colpi causano disturbi e hanno ispirato violenza, compresi complotti per uccidere l’allora candidato Biden.

Venire a patti

Quando Biden – parte della cabala liberale, secondo le convinzioni di Q – si è insediato, alcuni su piattaforme come l’app di messaggistica crittografata Telegram e il sito di social media di estrema destra Gab hanno spinto gli aderenti a “fidarsi del piano”, una frase comune che si riferisce a un piano nebuloso per l’intervento militare e Trump.

Un utente ha detto ai suoi compatrioti Q di tenere la linea per “qualche ora in più, forse anche qualche giorno in più” nel caso in cui fosse in arrivo una svolta a sorpresa, secondo uno screenshot condiviso da un ricercatore senior di Media Matters for America, Alex Kaplan.

“Se scegli di non fidarti di Q in questo momento, fidati di DJT”, ha detto l’utente, usando le iniziali di Trump.

Ma altri sembravano rendersi conto di essere stati ingannati. “Abbiamo avuto, è finita”, ha scritto un altro utente.

La cospirazione QAnon ha viaggiato da un imageboard all’altro poiché i domini che ospitavano tali siti li bandivano. La base di QAnon prima dell’inaugurazione di Biden era 8kun, un successore di 4chan, il sito in cui Q ha rilasciato il suo primo drop.

Anche Jim Watkins, una figura di spicco tra gli aderenti a Q grazie al suo ruolo di amministratore di 8kun che ha rafforzato il suo profilo pubblico dopo che Trump ha perso le elezioni di novembre, ha ammesso la sconfitta di QAnon.

“Abbiamo un nuovo presidente giurato ed è nostra responsabilità come cittadini rispettare la Costituzione indipendentemente dal fatto che siamo d’accordo o meno con le specifiche”, ha detto Watkins in una dichiarazione dopo l’inaugurazione di Biden, dicendo alle persone di tornare alle loro vite.

Ma il presidente di Media Matters Angelo Carusone ha detto ad Al Jazeera che è improbabile che il movimento scompaia.

Carusone ha detto in un’intervista che mentre i sostenitori originali di Q, che vedevano Trump come una sorta di salvatore, potevano guardare ad altri gruppi, “il nuovo sangue all’interno del movimento QAnon è in qualche modo pronto e pronto a combattere questa lotta”.

QAnon ha acquisito un nuovo slancio ad aprile, quando la pandemia COVID-19 si è diffusa rapidamente negli Stati Uniti e le persone hanno cercato speranza nei vaccini.

“È stato allora che hanno iniziato a impollinare con gli anti-vaxxer su Facebook, quindi hai avuto un massiccio afflusso di anti-vaxxer nel movimento QAnon e viceversa”, ha detto Caursone.

Ha avvertito che la miriade di opinioni di QAnon inizierà probabilmente a filtrare nella risposta COVID-19 di Biden. Ha anche avvertito che altri diventeranno “sempre più radicalizzati” all’estrema destra.

Allargamento di estrema destra

La dott.ssa Heidi Beirich, co-fondatrice e chief strategy officer del Global Project Against Hate and Extremism, ha preoccupazioni simili.

Ha detto ad Al Jazeera che gli aderenti a QAnon sembrano “un gruppo maturo di persone da prendere di mira per il reclutamento”.

Sebbene si ritenga che i sostenitori di QAnon siano per lo più bianchi, la cospirazione non si è occupata di retorica apertamente razzista, favorendo il linguaggio in codice.

Beirich, che ha svolto ricerche sull’estrema destra per decenni, ha affermato che il movimento della milizia è la nuova casa più probabile per i sostenitori di QAnon e Trump.

“Certamente sono diventati più anti-immigrati e più anti-musulmani negli ultimi anni, ma non si dipingono come suprematisti bianchi”.

Ma i membri del movimento della milizia erano presumibilmente attivi nella rivolta mortale al Campidoglio degli Stati Uniti il ​​6 gennaio.

Edward Caldwell, un leader dei Oath Keepers, una milizia che spesso recluta ex membri dell’esercito, è stato accusato di cospirazione per il suo presunto ruolo nella rivolta da parte dei pubblici ministeri statunitensi.

Stewart Rhodes, il fondatore di Oath Keepers, ha invitato i membri della milizia a essere pronti a “difendersi” dall’amministrazione Biden.

I membri dei Custodi del giuramento forniscono sicurezza a Roger Stone in una manifestazione la notte prima che i gruppi attaccassero il Campidoglio degli Stati Uniti, a Washington, DC, il 5 gennaio 2021 [File: Jim Urquhart/Reuters]

“È semplicemente incredibile che Trump abbia lasciato che le elezioni gli venissero sottratte e che il paese gli venisse rubato in questo modo”, ha dichiarato mercoledì il programma del teorico della cospirazione Alex Jones.

“Avevi bisogno di aumentare le milizie locali nelle tue città e contee, e come hanno fatto i Fondatori, devi poi annullare, rifiutarti di obbedire, e quando vengono per te, ti difendi”.

Non è chiaro cosa ne sarà di QAnon e Beirich ha detto che è possibile che molti coinvolti nel movimento possano tornare alle loro vite, come ha esortato Watkins.

Tuttavia, le lamentele su un’elezione percepita come rubata rimarranno e Beirich preoccupato per un recente YouGov sondaggio che ha mostrato che il 20 per cento degli elettori, compreso il 45 per cento dei repubblicani, ha approvato l’assalto al Campidoglio.

“Sono 20 milioni di persone che non credono che queste elezioni siano state corrette e non credono che le nostre istituzioni siano legittime”, ha concluso.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *