Il lead di Instagram afferma di non essere ancora soddisfatto di Reels e potrebbe “ consolidare ” i formati video

Adam Mosseri, il capo di Instagram, non è entusiasta dei rulli della concorrenza TikTok della piattaforma. Ha discusso del formato, lanciato negli Stati Uniti ad agosto, durante un’intervista con The Verge‘S Decoder podcast oggi.

“Non ne sono ancora soddisfatto”, dice. “Stiamo crescendo sia in termini di quantità di persone che condividono sia di quante persone consumano, ma abbiamo una lunga strada da percorrere. E dobbiamo essere onesti che TikTok è avanti “.

Ha continuato dicendo che la squadra è concentrata principalmente sulla “posta in gioco” in questo momento, e non su come differenziarsi. In particolare, chiama gli strumenti creativi innovativi di TikTok, come filtri ed effetti che stimolano nuovi formati di meme video come qualcosa che Instagram non sta ancora facendo da solo, ma che alla fine deve fare.

“Penso che dobbiamo migliorare nella creazione di strumenti più potenti e creativi che non sono necessariamente un meme o una sorta di momento in un pacchetto, ma dare alle persone che sono più creative di noi e creano contenuti per vivere la capacità di creare qualcosa che scoppierà “, dice.

Anche Instagram sta riscontrando un conflitto tra i suoi diversi formati video. Mosseri dice che “la maggior parte delle persone” probabilmente non conosce la differenza tra i video pubblicati su Instagram e IGTV, il formato dell’app per video più lunghi che esiste dal 2018.

“Questa è probabilmente una distinzione troppo sfumata per risuonare con chiunque, quindi stiamo cercando di capire come possiamo – non solo con IGTV, ma su tutto Instagram – semplificare e consolidare le idee, perché l’anno scorso abbiamo piazzato molte nuove scommesse”, lui dice. “Penso che quest’anno dobbiamo tornare alla nostra attenzione sulla semplicità e l’artigianato.”

Questo è un tono completamente diverso rispetto a quando Instagram ha lanciato il formato e lo ha chiamato “futuro del video. ” Ma parla del rapido successo di TikTok che, nel 2018, non era completamente conosciuto nella cultura mainstream ma ora è un motore di conversazioni, meme e balli virali. Mosseri suggerisce che IGTV e Reels, così come i video generali pubblicati sulla griglia di Instagram, necessitano di una sorta di consolidamento e chiarezza, il che ha senso, soprattutto quando l’app sta cercando di fare tutto in una volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *