Perché i barili che esplodono rendono i videogiochi molto più divertenti?

Troppo spesso gioco i mondi possono sembrare fondali statici per il gioco. Ma incorporando reazioni elementari, gli sviluppatori apportano complessità e caratterizzazione all’ambiente circostante un giocatore.

Ormai conosciamo tutti il ​​tropo del barile esplosivo abusato. Un singolo proiettile è tutto ciò che serve per creare un’esplosione che può eliminare più nemici, trasformando un elemento nell’ambiente in una freccia interattiva nella tua faretra mentre avanzi. Mentre la narrazione ambientale ha rubato i riflettori quando si tratta di progettare spazi, il design narrativo ambientale emergente è tranquillamente la più grande innovazione che sta avvenendo nei giochi in questo momento, con le reazioni elementali che sono le più facili da afferrare.

Se i giochi sono grandi iterazioni di causa ed effetto, le reazioni elementari danno un feedback molto chiaro e logico ai giocatori su quale sia esattamente la loro impronta nel mondo. Inoltre, giochi moderni che abbracciano reazioni elementali, come Divinity: Original Sin, Genshin Impact, e Strega, conferiscono inoltre ai loro mondi e personaggi più personalità e consistenza, creando uno spazio molto più vivo e scorrevole di quanto si vede normalmente nei mondi di gioco.

Cosa sono le reazioni elementali nei giochi?

L’esempio del barile che esplode funziona in questo modo: aspetti che i nemici siano in prossimità del barile, poi lo accendi in qualche modo, facendolo bruciare e facendolo volare. Causa ed effetto qui sono chiari e il mondo di gioco diventa parte della tua strategia. All’improvviso l’ambiente diventa più di una terza parte che puoi usare e con cui puoi interagire. Ai vecchi tempi di giochi come DESTINO (1993), ciò significava tenere d’occhio altri barili che esplodevano, ma i giochi alla fine migliorarono nell’interazione ambientale guardando ad altri elementi.

Un classico esempio sono le pozzanghere d’acqua utilizzate in tandem con le potenze elettriche BioShock (2007). Proprio come il trucco del barile che esplode, devi aspettare che i nemici siano in posizione, ma qui l’area di impatto è contrassegnata dal pavimento bagnato, quindi puoi vedere chiaramente chi e cosa sarà colpito. Ancora più importante, tuttavia, è il fatto che questa interazione è immediatamente evidente senza molte spiegazioni per il giocatore. Ovviamente lo zapping di una pozza d’acqua elettrizzerà chiunque vi si trovi dentro. Le reazioni elementali di base sono effetti che tutti possono intuire.

Allo stesso tempo, i punti di forza e di debolezza elementali, sia espliciti che impliciti, hanno fatto parte dei giochi di ruolo e dei giochi di carte sin dall’inizio, con radici che risalgono fino al gioco di ruolo da tavolo Dungeons & Dragons (1974) e raggiungono l’apoteosi con i Pokémon, sia nel videogioco che nel gioco di carte collezionabili. La spina dorsale di entrambi i giochi Pokémon è una complessa tabella dei punti di forza e di debolezza del tipo, che crea un gioco contorto di sasso, carta e forbici. È per questo che la diversità elementare è generalmente incoraggiata nella maggior parte delle squadre Pokémon competitive e, sebbene i mazzi di carte non possano essere diversi per design, possono lavorare per mitigare gli svantaggi che incontrano. Ogni tipo di Pokémon diventa qualcosa di un personaggio in sé e per sé.

Come gli sviluppatori usano le reazioni elementali per migliorare il gameplay

Ovviamente, i Pokémon generalmente non hanno a che fare con effetti di combinazione interessanti molto spesso, ma fanno semplicemente più o meno danni. Grande successo recente Genshin Impact fa un ulteriore passo avanti e intreccia reazioni elementali sia al combattimento che all’esplorazione. Giochi come un gruppo di personaggi che puoi scambiare al volo, ognuno dei quali ha una qualità elementare per i loro poteri. La combinazione di alcuni elementi creerà nuovi effetti che possono rendere i tuoi colpi più potenti, ostacolare il nemico o persino ottenere più risorse. La combinazione di ghiaccio ed elettricità, ad esempio, produce l’effetto “supercondotto”, che infligge danni da ghiaccio in un’area e riduce la resistenza fisica. E il fatto che puoi passare da un personaggio all’altro al volo significa che puoi creare facilmente alcuni grandi effetti, a seconda di cosa stai affrontando, in un batter d’occhio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *