I capi ottimisti delle grandi banche statunitensi liberano 5 miliardi di dollari dalle riserve | Notizie sulle banche


I capi bancari stanno indicando le prospettive di un rimbalzo quest’anno dopo che un’azione senza precedenti da parte dei legislatori e della Federal Reserve degli Stati Uniti ha evitato una crisi peggiore.

I peggiori timori di Wall Street sulle ricadute del Covid-19 stanno svanendo.

Tre dei maggiori istituti di credito statunitensi – JPMorgan Chase & Co., Citigroup Inc. e Wells Fargo & Co. – hanno tagliato le loro riserve combinate per perdite su prestiti di oltre $ 5 miliardi, aiutando le stime più alte dei profitti del quarto trimestre anche quando hanno dovuto affrontare venti contrari tassi di interesse bassi.

Durante la pubblicazione dei risultati venerdì, i dirigenti hanno espresso un cauto ottimismo circa lo stimolo fiscale e l’aumento delle vaccinazioni durante una pandemia in cui le insolvenze sono rimaste basse. Tuttavia, le banche hanno avvertito che l’economia non è ancora fuori pericolo.

Sei delle più grandi banche statunitensi accantonano urgentemente più di 35 miliardi di dollari per coprire le perdite sui prestiti nella prima metà del 2020 con il messaggio che semplicemente non avevano idea di cosa aspettarsi. Ora, i capi bancari stanno indicando le prospettive di un rimbalzo quest’anno. L’azione senza precedenti della Federal Reserve e dei legislatori ha dissipato gli scenari peggiori.

“Abbiamo visto un ulteriore miglioramento sia del PIL che della disoccupazione”, ha detto ai giornalisti Mark Mason, Chief Financial Officer di Citigroup, in una teleconferenza, riferendosi al prodotto interno lordo. Ci sono molti indicatori favorevoli che “rendono le prospettive più positive nel 2020 e, si spera, una ripresa continua e stabile”, ha affermato. Oltre ai vaccini, ha sottolineato una maggiore chiarezza sulla prossima amministrazione presidenziale degli Stati Uniti e prospettive per ulteriori stimoli.

Tuttavia, Wells Fargo e Citigroup hanno portato le azioni bancarie al ribasso, ciascuna in calo di oltre il 6% a mezzogiorno a New York, poiché gli investitori si sono concentrati sulle debolezze specifiche delle loro attività. Alla Wells Fargo, i costi sono diminuiti meno di quanto stimato dagli analisti poiché la banca ha speso soldi per ristrutturazioni sulla scia degli scandali. La massiccia divisione di trading di obbligazioni di Citigroup ha generato entrate inferiori alle attese negli ultimi mesi del 2020. JPMorgan ha perso il 2%.

Bank of America Corp., Goldman Sachs Group Inc. e Morgan Stanley pubblicheranno i risultati trimestrali la prossima settimana.

Le divisioni dei consumatori presso le più grandi banche statunitensi sono state sottoposte a una pressione particolare a causa dell’epidemia di Covid-19 che ha chiuso le imprese e messo milioni senza lavoro l’anno scorso. Anche così, i libri di prestito da allora sono andati sorprendentemente bene, poiché un temuto assalto di inadempienze non si è mai verificato. Dopo che le divisioni commerciali hanno beneficiato di un anno eccezionale, il mese scorso le banche hanno persino ottenuto l’approvazione della Federal Reserve per riavviare i riacquisti di azioni proprie.

Come JPMorgan ha informato gli analisti, Erika Najarian della Bank of America ha chiesto se il sostegno del governo è stato abbastanza forte da portare i mutuatari di carte di credito, ad esempio, attraverso la pandemia.

“Sembra che a questo punto, in questa crisi, il ponte sia stato abbastanza forte – la domanda che rimane ancora è, è il ponte abbastanza lungo”, ha detto il CFO Jennifer Piepszak durante la teleconferenza. “Ma dobbiamo superare i prossimi tre-sei mesi.”

JPMorgan ha ridotto le riserve di $ 2,9 miliardi, aiutando a salire di profitto nel quarto trimestre a un record di $ 12,1 miliardi. Citigroup ha rilasciato 1,5 miliardi di dollari dalle sue scorte, risultando in un profitto di 4,63 miliardi di dollari inferiore alle previsioni degli analisti. Wells Fargo ha rilasciato circa $ 760 milioni a causa dei minori addebiti netti. Ciò ha portato l’utile netto al di sopra delle stime a $ 2,99 miliardi.

Gran parte dei comunicati proveniva da divisioni che si rifornivano di società.

Tuttavia, i dirigenti hanno avvertito che ci sono molte incertezze in vista e la probabilità che i valori predefiniti aumentino nel corso dell’anno. L’amministratore delegato di JPMorgan Jamie Dimon ha affermato che l’importanza dei rilasci di riserva non dovrebbe essere sopravvalutata o considerata reddito ricorrente.

“Non lo consideriamo un profitto – è inchiostro su carta”, ha detto Dimon.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *