Un archivio di Parler viene convertito in una mappa interattiva dell’attacco al Campidoglio

Uno sviluppatore che si chiama Patr10tic ha creato una mappa interattiva utilizzando metadati GPS e video dall’app Parler per offrire un assaggio di ciò che stava accadendo all’interno e intorno al Campidoglio durante la violenta protesta del 6 gennaio (attraverso Scheda madre).

Il progetto è un’espansione su mappe simili come quello Gizmodo creato per illustrare quanti utenti Parler facevano parte della folla che occupava il Campidoglio, sulla base di un archivio creato da un ricercatore noto come @donk_enby. La mappa di Patr10tic (attualmente chiamata “Y’all Qaeda”) utilizza lo stesso archivio e collega le coordinate GPS con il video reale, offrendo una mappa di icone rosse posizionate intorno al Campidoglio per ogni post video associato.

La visione dei video ha una qualità inquietante, non solo per l’intersezione di teorie del complotto e ideologia suprematista bianca in mostra, ma anche per la prospettiva che offrono sul Campidoglio stesso. La maggior parte delle persone non ha visto le camere del Congresso e le sale del Campidoglio al di fuori delle foto della stampa o C-SPAN feed dal vivo. Vedere manifestanti aggirarsi negli uffici del Congresso è strano, ma è ancora più strano vederli vagare per il Campidoglio, indifferenti, con la polizia a guardare.

Qualunque sia la sensazione che la visione dei video provochi, la mappa e altri progetti simili potrebbero rivelarsi vitali per indagare su come si sono svolti gli eventi del 6 gennaio. Parler è già stato identificato come sito per pianificare le proteste della scorsa settimanae questa raccolta crescente e mappata di post mostra che è stato anche uno dei modi principali in cui è stato documentato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *