‘Pericoloso’: il CEO di Twitter difende il divieto di Trump, mette in guardia sui precedenti | Donald Trump News


Twitter ha rimosso l’account del presidente degli Stati Uniti Trump la scorsa settimana citando il rischio di violenza dopo l’assalto al Campidoglio da parte dei suoi sostenitori.

L’amministratore delegato di Twitter Inc Jack Dorsey afferma che vietare il presidente degli Stati Uniti Donald Trump dalla sua piattaforma di social media dopo le violenze della scorsa settimana al Campidoglio degli Stati Uniti è stata la “decisione giusta”, ma ha affermato che costituisce un precedente pericoloso.

Twitter di San Francisco la scorsa settimana ha rimosso l’account di Trump, che aveva 88 milioni di follower, citando il rischio di ulteriori violenze dopo l’assalto al Campidoglio da parte dei sostenitori del presidente.

“Dover intraprendere queste azioni frammenta la conversazione pubblica”, ha detto Dorsey su Twitter. “Ci dividono. Limitano il potenziale di chiarimento, redenzione e apprendimento. E crea un precedente che ritengo pericoloso: il potere che un individuo o un’azienda ha su una parte della conversazione pubblica globale “.

Il divieto ha attirato critiche da parte di alcuni repubblicani che hanno affermato di aver represso il diritto del presidente alla libertà di parola. Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha anche avvertito attraverso un portavoce che i legislatori, non le società private, dovrebbero decidere in merito a potenziali ostacoli alla libertà di espressione.

Nel suo thread su Twitter, Dorsey ha affermato che, sebbene non fosse orgoglioso del divieto, “Il danno offline a causa del discorso online è dimostrabilmente reale e ciò che guida la nostra politica e l’applicazione soprattutto”.

Anche così, ha aggiunto, “Sebbene ci siano eccezioni chiare ed ovvie, ritengo che un divieto sia un nostro fallimento in ultima analisi, nel promuovere una sana conversazione”.

Twitter ha introdotto una serie di misure nell’ultimo anno come etichette, avvisi e restrizioni di distribuzione per ridurre la necessità di decisioni sulla rimozione completa dei contenuti dal servizio.

Conversazioni “sane”

Dorsey ha affermato di ritenere che tali misure possano promuovere conversazioni online più fruttuose o “salutari” e ridurre l’effetto di comportamenti scorretti.

Il CEO di Twitter ha aggiunto che i divieti delle società di social media su Trump dopo la violenza della scorsa settimana sono stati incoraggiati dalle azioni reciproche, anche se non erano coordinate. Ma a lungo termine, il set di precedenti “sarà distruttivo per il nobile scopo e gli ideali di Internet aperto”, ha detto.

I sostenitori di Trump che ha ripetutamente fatto affermazioni infondate sfidando la vittoria del democratico Joe Biden nelle elezioni di novembre, hanno preso d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti il ​​6 gennaio, cercando di fermare la certificazione del Congresso del Biden’s Electoral College.

Mercoledì, Trump è diventato il primo presidente nella storia degli Stati Uniti ad essere stato messo sotto accusa due volte.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *