Il Sudan dice che un aereo militare etiope ha attraversato il confine | Notizie sull’Etiopia


L’Etiopia nega la rivendicazione del Sudan, che ha definito una “pericolosa escalation” nella disputa sul confine tra le due parti.

Il Sudan afferma che un aereo militare etiope è entrato nel suo spazio aereo in “una pericolosa escalation” a una disputa sul confine che ha visto scontri mortali nelle ultime settimane.

“Con una pericolosa e ingiustificata escalation, un aereo militare etiope è penetrato nei confini sudanese-etiope”, ha detto mercoledì il ministero degli Esteri sudanese in un comunicato, aggiungendo che la mossa “potrebbe avere pericolose ramificazioni e causare maggiori tensioni nella regione di confine”.

Il ministero ha anche messo in guardia l’Etiopia dal ripetere “tali ostilità”.

Un portavoce dell’esercito etiope, il generale Mohamed Tessema, ha detto all’agenzia di stampa AFP di non avere “informazioni tangibili” sulle accuse del Sudan e che la situazione al confine era “normale” mercoledì.

Separatamente, un elicottero militare sudanese, carico di armi e munizioni, si è schiantato mercoledì poco dopo il decollo da un aeroporto in una provincia orientale che confina con l’Etiopia, secondo la Sudan News Agency (SUNA) gestita dallo stato.

“Un elicottero militare si è schiantato all’aeroporto di Wad Zayed nello stato di Gedarif … quando l’equipaggio ha cercato di far atterrare l’aereo poco dopo il decollo”, ha riferito SUNA.

Il rapporto afferma che l’aereo ha preso fuoco dopo aver colpito il suolo, aggiungendo che “tutti e tre i membri dell’equipaggio sono sopravvissuti”.

Alte tensioni

Le tensioni sono aumentate tra i due paesi nella regione di Al-Fashaqa, dove i contadini etiopi coltivano terreni fertili rivendicati dal Sudan.

La regione di Al-Fashaqa – che ha visto scontri sporadici nel corso degli anni – confina con la tormentata regione dell’Etiopia del Tigray, dove a novembre è scoppiato un conflitto mortale tra le forze federali dell’Etiopia e quelle regionali del Tigray.

Nel dicembre dello scorso anno, il Sudan ha accusato “forze e milizie” etiopi di aver teso un’imboscata alle sue truppe lungo il confine, provocando quattro morti e più di 20 feriti.

L’Etiopia ha detto che le forze militari sudanesi “hanno organizzato attacchi … usando mitragliatrici pesanti” nel dicembre dello scorso anno.

Martedì, Addis Abeba ha affermato che le forze sudanesi si stanno spingendo ulteriormente nella regione di confine e ha avvertito che mentre “dà priorità alla pace”, ha “il suo limite”.

In risposta, il ministro dell’Informazione del Sudan e portavoce del governo Faisal Mohamed Saleh ha detto che Khartoum non voleva la guerra con l’Etiopia ma le sue forze avrebbero risposto a qualsiasi aggressione.

Khartoum ha anche accusato uomini armati etiopi di aver ucciso lunedì nella zona cinque donne e un bambino, definendola una “brutale aggressione”.

Le due parti hanno tenuto colloqui di confine il mese scorso e il Sudan ha dichiarato che il suo esercito aveva ripristinato il controllo su tutto il territorio di confine che era stato preso dai contadini etiopi.

La disputa sul confine arriva in un momento delicato tra i due paesi, che insieme all’Egitto hanno recentemente raggiunto un’altra impasse nei colloqui sulla massiccia diga rinascimentale Grand Ethiopian sul fiume Nilo Azzurro.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.