AMD consentirà ai consumatori di acquistare direttamente Threadripper Pro

Se hai desiderato ardentemente la potenza di Threadripper Pro, ma non volevo acquistare una ThinkStation, sei fortunato: a partire da marzo, AMD inizierà a vendere le CPU direttamente ai consumatori, ponendo fine all’accesso esclusivo di Lenovo alla linea di processori.

Mentre il Vanilla Threadripper sembra il picco della potenza di calcolo per molti (me compreso), ci sono alcuni vantaggi offerti dalla linea Pro sarebbe seriamente vantaggioso per coloro che ne hanno bisogno:

  • I canali di memoria sono raddoppiati, da quattro a otto
  • Le corsie PCI-E vengono raddoppiate, da 64 a 128
  • La capacità di memoria è stata ampliata da 256 GB a 2 TB (!!!)

Per riassumere questi enormi numeri in un’immagine più reale, Threadripper Pro consente agli utenti di lavorare con set di dati più grandi grazie alla sua capacità di memoria espansa. Consente inoltre di raddoppiare l’espansione per gli utenti che necessitano di tonnellate di schede grafiche o di rete.

Naturalmente, tutte queste caratteristiche non significano nulla senza schede madri in grado di supportarle – dopotutto, che senso avrebbe 128 linee PCI-E se la scheda madre avesse solo 4 slot PCI-E 16x? Questo AnandTech articolo sottolinea tre schede madri che dovrebbero supportare le CPU, ma non è probabile che vedremo la stessa quantità di varietà e scelta che facciamo con le schede madri consumer.

Non si sa ancora sui prezzi, ma le normali CPU Threadripper non sono esattamente economiche. Tuttavia, se hai bisogno delle capacità di questo tipo di CPU, probabilmente stai facendo dei soldi usandola (da qui il moniker “pro”), e questi chip offrono alcune funzionalità, come 64 thread e PCI-E gen 4, alla workstation utenti che Intel semplicemente non fornisce al di fuori dei suoi prodotti server.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *