Pompeo degli Stati Uniti in visita a Bruxelles mercoledì per incontrare il capo della NATO | Notizie NATO


Il viaggio al quartier generale della NATO dovrebbe essere l’ultimo viaggio del segretario di stato come massimo diplomatico del presidente uscente Donald Trump.

Il Segretario di Stato americano Mike Pompeo si recherà a Bruxelles questa settimana per incontri con i funzionari della NATO, ha detto il Dipartimento di Stato, in quello che dovrebbe essere il suo ultimo viaggio come massimo diplomatico del presidente uscente Donald Trump.

Durante il suo viaggio, che si svolgerà mercoledì e giovedì, Pompeo incontrerà il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg e il vice primo ministro e ministro degli affari esteri belga Sophie Wilmès, ha detto il Dipartimento di Stato.

La visita segue l’assalto al Campidoglio degli Stati Uniti la scorsa settimana in cui migliaia di sostenitori di Trump hanno fatto irruzione nell’edificio, costringendo i membri del Congresso che stavano certificando la vittoria elettorale del presidente democratico Joe Biden a nascondersi. Cinque persone sono morte, tra cui un agente di polizia e un sostenitore di Trump a cui hanno sparato.

Stoltenberg ha definito le scene di Washington “scioccanti” e ha chiesto che il risultato delle elezioni venga rispettato.

Anche molti altri leader mondiali, compresi quelli dei principali alleati degli Stati Uniti, come il Regno Unito, hanno espresso shock per l’attacco al cuore della democrazia americana.

“Il Segretario Pompeo sottolineerà l’importanza duratura del partenariato transatlantico, sosterrà il successo in corso della NATO nella salvaguardia della comunità transatlantica e nell’adattamento alle nuove sfide alla sicurezza, e riaffermerà la forza delle relazioni bilaterali tra gli Stati Uniti e il Belgio”, ha detto il Dipartimento di Stato in una dichiarazione.

Trump ha avuto un rapporto traballante con la NATO, accusando i suoi alleati europei di essere “delinquenti” nel loro sostegno all’alleanza militare occidentale.

Ambizione presidenziale

Pompeo, che si ritiene abbia ambizioni presidenziali per il 2024, ha intensificato il suo lavoro come massimo diplomatico degli Stati Uniti prima della scadenza del suo mandato il 20 gennaio.

Lunedì ha chiesto all’emittente Voice of America (VOA) finanziata dallo stato di promuovere “l’eccezionalismo americano”, ignorando le lamentele secondo cui sta cercando di trasformare l’emittente finanziata dal governo in un canale di propaganda.

Pompeo ha tenuto un discorso dal vivo presso la sede della VOA, dove l’amministrazione Trump ha scosso la leadership dopo aver affermato che il punto vendita finanziato dai contribuenti dovrebbe promuovere le sue politiche.

Pompeo ha affermato che fino a quando Trump non è diventato presidente, le trasmissioni di VOA erano “diventate meno sul dire la verità sull’America e troppo spesso sull’umiliazione dell’America.

“Vogliamo depoliticizzare ciò che avviene qui. È troppo importante per il popolo americano e per il mondo, riportare questa organizzazione al suo statuto e al suo incarico di diffondere il messaggio di libertà, democrazia ed eccezionalità americana “, ha detto Pompeo.

Nonostante il suo appello contro la politicizzazione, ha tracciato un parallelo con le lamentele di Trump di essere stato rimosso da Facebook e Twitter. Le piattaforme dei social media affermano che il presidente uscente ha incitato alla violenza nel Campidoglio degli Stati Uniti per ribaltare la sua sconfitta elettorale.

“Tutto punta in una direzione: autoritarismo mascherato da rettitudine morale”, ha detto Pompeo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *