L’esplosione della miniera d’oro in Cina intrappola 22 lavoratori sottoterra | Notizie sull’ambiente


Il segnale di comunicazione danneggiato ha impedito ai soccorritori di contattare i minatori intrappolati a seguito dell’incidente nella provincia orientale dello Shandong.

Le autorità cinesi hanno inviato soccorritori in una miniera d’oro nel nord-est del paese dopo che 22 lavoratori sono rimasti intrappolati sottoterra a seguito di un’esplosione, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Xinhua martedì.

L’incidente è avvenuto domenica nella municipalità di Xicheng, situata nella provincia di Shandong orientale.

In un post sui social media, il quotidiano statale Global Times ha citato le autorità dello Shandong che hanno affermato che i soccorritori non erano stati finora in grado di contattare i minatori intrappolati.

Secondo Xinhua, l’esplosione ha danneggiato il sistema del segnale di comunicazione sotterraneo, impedendo la comunicazione.

Xinhua afferma che la miniera è di proprietà di Shandong Wukailong Investment, che è stata nominata da Zhaojin Mining, il quarto cercatore d’oro della Cina, come parte correlata o “sussidiaria di un associato” nel suo rapporto annuale 2019.

Le miniere cinesi sono tra le più letali al mondo.

A dicembre, almeno 18 persone sono morte anche dopo essere state intrappolate in una miniera nella città sud-occidentale della Cina di Chongqing, il secondo incidente del genere nella regione in poco più di due mesi.

I morti erano tra le 24 persone intrappolate sottoterra da livelli eccessivi di monossido di carbonio nella miniera di carbone di Diaoshuidong.

A settembre, almeno 16 persone sono state uccise dopo che alti livelli di monossido di carbonio hanno intrappolato minatori nella miniera di carbone Songzao a Chongqing.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *