Il Regno Unito promuove la campagna di immunizzazione COVID con siti di vaccinazione di massa Notizie sulla pandemia di coronavirus


Sette centri apriranno lunedì mentre il governo britannico accelera gli sforzi per combattere il virus che dilaga.

Il governo britannico aprirà lunedì sette centri di vaccinazione di massa come parte degli sforzi per accelerare il lancio delle vaccinazioni COVID-19 che il governo vuole fornire a tutte le persone vulnerabili entro la metà del prossimo mese.

Il paese, che è stato il primo ad approvare i vaccini sviluppati da Pfizer-BioNTech e da Oxford-AstraZeneca, sta attualmente immunizzando circa 200.000 persone al giorno, ha detto domenica il segretario alla salute Matt Hancock.

Circa 1,3 milioni di persone avevano ricevuto la loro prima dose della vaccinazione a due dosi al 3 gennaio, secondo i dati del governo, ma il Regno Unito ha bisogno di inoculare due milioni di persone a settimana per raggiungere il suo obiettivo di vaccinare quelli nelle case di cura, il Anni ’70, i soggetti clinicamente vulnerabili con condizioni preesistenti e operatori sanitari e sociali entro il 15 febbraio.

La Gran Bretagna ripone le sue speranze su una rapida immunizzazione per consentire alla vita di iniziare a tornare a un certo grado di normalità entro la primavera dell’emisfero settentrionale, anche se affronta una pandemia in rapida ascesa.

Oltre ai sette grandi centri, la Gran Bretagna si rivolge anche a 1.000 cliniche, 223 ospedali e 200 farmacie comunitarie per fornire le vaccinazioni, ha affermato in una dichiarazione il ministro per la distribuzione dei vaccini Nadhim Zahawi. Le forze armate saranno schierate anche a sostegno del Servizio Sanitario Nazionale.

La centenaria Ellen Prosser, conosciuta come Nell, riceve la prima dose del vaccino Oxford-AstraZeneca COVID-19 in una casa di cura a Londra. Il Regno Unito vuole che tutti i residenti in case di cura, gli over 70, le persone vulnerabili e gli operatori sanitari e assistenziali ricevano il vaccino entro la metà di febbraio [Kirsty O’Connor/Pool Photo via AP Photo]

“Lavorando insieme, giorno e notte, faranno in modo che i nostri vaccini vadano nelle armi piuttosto che stare sugli scaffali”, ha detto Zahawi. “Le forze britanniche useranno tecniche nate da decenni di esperienza per portare a termine le cose in alcune delle condizioni più difficili immaginabili. Porteranno il coraggio e la genialità che hanno mostrato in posti come l’Iraq e l’Afghanistan su queste coste “.

Il segretario alla salute Matt Hancock definirà il suo piano di immunizzazione COVID-19 – il più grande programma di vaccinazione nella storia britannica – più tardi lunedì.

“Il piano di somministrazione del vaccino nel Regno Unito sarà la chiave di volta della nostra uscita dalla pandemia, ma dobbiamo continuare a fare la nostra parte restando a casa, seguendo le regole e tenendo mani, faccia e spazio in prima linea nelle nostre menti quando siamo fuori. e circa “, ha detto in una dichiarazione.

Circa 81.567 persone nel Regno Unito sono morte a causa del COVID-19, il quinto più alto numero di vittime ufficiali al mondo. Più di tre milioni di persone sono risultate positive al coronavirus.

I centri includono l’ospedale da campo “Nightingale” da 4.000 posti letto allestito nel centro espositivo ExCel a est di Londra, l’ippodromo di Epsom a ovest della capitale e un gigantesco centro ricreativo a Manchester.

Ambulanze fuori dall’ospedale NHS Nightingale presso il centro ExCel nella zona est di Londra, che diventerà anche un centro di vaccinazione di massa [Daniel Leal-Olivas/AFP]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *