Ford lascerà inattivo il suo stabilimento nel Kentucky questa settimana a causa della carenza di semiconduttori

Ford lascerà inattivo il suo stabilimento in Kentucky per una settimana mentre l’industria automobilistica è alle prese con una carenza di semiconduttori, ABC News segnalato Lo stabilimento di assemblaggio della casa automobilistica a Louisville produce i SUV Ford Escape e Lincoln Corsair e impiega circa 3.900 lavoratori orari, secondo CNBC. Ford ha detto che prenderà un arresto programmato dell’impianto di una settimana che era stato programmato per la fine dell’anno e lo sposterà invece a questa settimana.

Ford si unisce a Nissan, che afferma che ridurrà la produzione in uno dei suoi stabilimenti in Giappone, il che rende Note, un’auto non venduta negli Stati Uniti. Un portavoce di Nissan ha detto che la carenza di semiconduttori non ha influenzato la produzione statunitense dell’azienda

Volkswagen, Fiat Chrysler e Toyota hanno anche segnalato problemi con catene di fornitura di semiconduttori, con Fiat Chrysler che chiude temporaneamente gli stabilimenti in Canada e Messico. Volkswagen ha dichiarato a dicembre di aver modificato la produzione dei suoi veicoli negli stabilimenti in Nord America, Europa e Cina.

I veicoli utilizzano più semiconduttori rispetto al passato per funzionalità come infotainment, assistenza alla guida e connessioni Bluetooth e negli ultimi mesi la domanda di veicoli ha superato l’offerta. Le fabbriche che producono semiconduttori hanno dovuto chiudere durante la pandemia di coronavirus, che ha anche contribuito a un ritardo nella produzione di personal computer, e ha interessato la produzione dell’iPhone 12 di Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *