Il 2020 stabilisce il record statunitense di disastri naturali da miliardi di dollari


Un record di 22 gravi disastri naturali hanno colpito gli Stati Uniti nel 2020, ognuno dei quali ha causato danni per almeno 1 miliardo di dollari, secondo una nuova National Oceanic and Atmospheric Administration analisi pubblicato venerdì.

Il costo totale di questi grandi uragani, incendi e tempeste violente è stato di 95 miliardi di dollari di danni, rendendo il 2020 il quarto anno più costoso della nazione per i disastri.

“Suona come un record rotto che dice che ogni anno è un anno storico, ma è vero”, ha detto a BuzzFeed News Adam Smith, un climatologo applicato presso i Centri nazionali per l’informazione ambientale della NOAA che ha lavorato all’analisi. “Stiamo esaurendo gli aggettivi che cercano di descrivere questi eventi estremi.”

L’aumento dei costi è in parte dovuto al fatto che le persone continuano a trasferirsi e costruire in luoghi che mettono le loro case e le loro attività a rischio di danni da incendi, tempeste e inondazioni. Ma la colpa è anche del cambiamento climatico causato dall’uomo, che sta determinando un numero crescente di disastri estremi. Le stagioni degli incendi si stanno allungando. Gli uragani stanno diventando più umidi. E le piogge più abbondanti negli Stati Uniti stanno provocando più inondazioni interne.

E nell’ultimo segno dell’aggravarsi della crisi climatica, i nuovi dati del Copernicus Climate Change Service dell’Unione europea mostrano Il 2020 è stato il 2016 come l’anno più caldo mai registrato In tutto il mondo. Gli scienziati statunitensi pubblicheranno la prossima settimana la propria analisi delle temperature dell’anno scorso.

“Man mano che andiamo avanti nel tempo, le impronte digitali del cambiamento climatico stanno diventando più evidenti per alcuni di questi eventi estremi”, ha detto Smith.

Il disastro più costoso del 2020 è stato l’uragano Laura, che ha colpito la costa della Louisiana come una tempesta di categoria 4 e ha generato danni per 19 miliardi di dollari, uno dei sette cicloni tropicali che sono costati agli Stati Uniti fino a 1 miliardo di dollari. Laura ha anche causato 42 vittime, rendendola la tempesta più mortale dell’anno.

Anche se il 2020 è stata la stagione degli uragani più intensa mai registrata nell’Oceano Atlantico, agli Stati Uniti sono stati risparmiati quelli che avrebbero potuto essere danni legati alle tempeste ancora maggiori perché nessuna tempesta ha colpito una grande città, ha detto Smith.

Gli uragani sono stati storicamente alcuni dei disastri più costosi negli Stati Uniti. Il 2017 ha precedentemente condiviso il record per il maggior numero di disastri costosi – 16 dei quali – in parte a causa della sua stagione attiva degli uragani, e rivendica ancora il record per l’anno più costoso, accumulando $ 306 di danni in gran parte dovuti agli uragani Harvey, Irma, e Maria.

L’anno scorso è stato anche un anno catastrofico per gli incendi. Gli incendi negli stati occidentali di California, Colorado, Oregon e Washington hanno provocato danni combinati per 16,5 miliardi di dollari, bruciando più di 10,2 milioni di acri e provocando 46 morti, secondo la NOAA. Gli incendi hanno anche rilasciato enormi quantità di inquinamento atmosferico, associato a rischi per la salute come asma e attacchi di cuore, che innescano costi per la salute pubblica non considerati nell’analisi della NOAA.

Un altro costoso disastro del 2020 è stata la tempesta di derecho che ha viaggiato dal Sud Dakota del Sud all’Ohio, distruggendo case ed edifici, potenza di taglio per più di 1 milione di persone e causando danni totali per 11 miliardi di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *