Tile sta preparando un concorrente AirTags che potrebbe farti trovare oggetti smarriti attraverso i muri

Tile sta lavorando a un nuovo tracker che si basa sulla tecnologia a banda ultra larga (UWB), che metterebbe l’azienda in concorrenza diretta con Apple AirTag ancora da annunciare, secondo un rapporto da TechCrunch. Il nuovo tracker farebbe un ulteriore passo avanti rispetto ai dispositivi Bluetooth dell’azienda, consentendoti di sapere con maggiore precisione dove si trova un oggetto smarrito in relazione a te stesso, senza dover ascoltare il suono del tracker.

Gli AirTag di Apple non sono stati annunciati ufficialmente, ma c’è già un elenco di potenziali funzionalità che potrebbero avere, come la possibilità di ricordarti se hai lasciato un oggetto dietro di te o aiutarti a trovare oggetti smarriti usando la realtà aumentata. Samsung ha anche espresso interesse nell’offrire funzionalità simili, quindi Tile potrebbe condividere lo spazio con due aziende più grandi. Apple ha dimostrato UWB con il suo chip U1 nell’iPhone 11, che ti consente di indirizzare i file AirDropped puntando il telefono, ma le applicazioni di tracciamento sono ancora più interessanti.

Il tracker UWB di Tile condivide un design simile alle offerte bluetooth di Tile.
Immagine: Tile / TechCrunch

La banda ultra larga (da non confondere con la banda ultra larga 5G di Verizon) funziona in modo simile al Bluetooth Low Energy. Invia impulsi a bassa energia e corto raggio ad alta frequenza che trasmettono dati wireless. Con il Bluetooth e il GPS del telefono, Tile può mostrare la posizione generale di qualcosa su una mappa, ma per qualcosa di più preciso, si basa sul suono per aiutarti a trovare le cose. Un dispositivo UWB potrebbe funzionare se sei a più stanze di distanza, mostrandoti la posizione più precisa di qualcosa attraverso muri o pavimenti, offrendo anche le funzionalità di Tile attualmente.

Immagina di trovare un oggetto di valore smarrito quando è fuori portata d’orecchio o chiuso in un contenitore. L’app di Tile (o Mele o Samsung) potrebbero indirizzarti nella giusta direzione con il tuo telefono, utilizzando immagini di realtà aumentata sovrapposte al feed della tua fotocamera. In realtà sembra utile e meno fastidioso di un forte cinguettio dei tracker di Tile (qualcosa che ho quasi sempre attivato accidentalmente).

L’esperienza di monitoraggio della realtà aumentata che Tile potrebbe aggiungere alla sua app.
Immagine: Tile / TechCrunch

La cosa più interessante è che potresti già possedere un dispositivo che supporta queste funzionalità. Dall’iPhone 11, Apple ha integrato UWB nel suo popolare smartphone con il chip U1. Ha anche iniziato a posizionare il chip nell’Apple Watch, a partire dalla Serie 6. Il Galaxy Note 20 Ultra di Samsung dispone già di UWB, e si conferma che anche il prossimo Galaxy S21 Ultra lo includerà.

Non tutti i dispositivi venduti da nessuna delle due società lo hanno a bordo (i dispositivi Apple come l’iPhone SE, Apple Watch SE e iPad Pro non hanno UWB), ma poiché Apple e Samsung sono due dei maggiori produttori di dispositivi elettronici al mondo, l’adozione di UWB potrebbe essere rapida.

Non esiste una data stabilita per il lancio di Tile del suo tracker UWB, ma UWB sembra che potrebbe essere un grosso problema, soprattutto ora che Apple ha ha aperto l’accesso al chip U1 in iOS 14. Tile e Apple in passato non erano d’accordo sulle impostazioni di condivisione della posizione predefinite che svantaggiano Tile, ma almeno entrambe le società sembrano concordare sul potenziale di UWB nel 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *