I manifestanti pro-Donald Trump prendono d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti | Donald Trump News


Caos fuori e dentro il Campidoglio mentre il Congresso certificava la vittoria del Collegio Elettorale di Joe Biden.

I manifestanti pro-Donald Trump, sconvolti dall’esito delle elezioni presidenziali, hanno preso d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti mercoledì mentre il Congresso si è riunito per contare i voti elettorali che certificano l’elezione di Joe Biden a presidente.

I manifestanti hanno sopraffatto la polizia del Campidoglio degli Stati Uniti all’esterno e numerosi manifestanti hanno violato la sicurezza ed sono entrati nell’edificio del Campidoglio, creando una scena di caos e facendo sì che i membri del Congresso fuggissero dalle camere della Camera e del Senato per essere rinchiusi in sicurezza nei loro uffici mentre alcuni sono stati evacuati altrove.

Intorno alle 14:00 (19:00 GMT), mentre i senatori stavano discutendo un’obiezione ai voti elettorali dell’Arizona sollevati dai sostenitori repubblicani di Trump, il dibattito si è interrotto quando è giunta la notizia che i manifestanti erano nella sala fuori dalla camera del Senato.

Alle 19:47 GMT, ci sono state segnalazioni di pistole estratte all’interno della camera della Camera:

Con l’escalation delle proteste, Trump ha prima twittato altre critiche al suo vice presidente, Mike Pence, che presiedeva il conteggio dei voti del Congresso, quindi ha esortato i suoi sostenitori a “Restare pacifici!” una richiesta che non sembrava essere ascoltata.

Almeno un manifestante è entrato nella camera del Senato e ha gridato “Trump ha vinto le elezioni” dal palco.

L’ex direttore delle comunicazioni della Casa Bianca di Trump, Alyssa Farah, ha implorato il presidente di condannare i manifestanti, dicendo che “sei l’unico che ascolteranno”.

Poco dopo l’appello di Farah, Trump ha twittato: “Chiedo a tutti al Campidoglio degli Stati Uniti di rimanere pacifici. Nessuna violenza! Ricorda, NOI siamo il Partito della Legge e dell’Ordine: rispetta la Legge e i nostri grandi uomini e donne in blu. Grazie!”

Mentre le forze dell’ordine sopraffatte hanno cercato di affrontare gli sciami di manifestanti, il sindaco di Washington, DC, Muriel Bowser, ha implementato un coprifuoco in tutta la città per le 21:00 GMT. Bowser aveva chiesto preventivamente l’assistenza della Guardia Nazionale all’inizio di questa settimana, tuttavia, ci sono più notizie che indicano che il Dipartimento della Difesa ha negato la richiesta di schierare la Guardia Nazionale per aiutare al Campidoglio degli Stati Uniti.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *