I migliori potenziali clienti intraprendono un percorso non convenzionale per i giovani del mondo


Ma anche con i suggerimenti e il supporto delle superstar della NHL, Brisson ha avuto una fioritura tardiva. Grazie a uno scatto di crescita tanto atteso e ad un aumento della fiducia, il suo gioco si è riunito nella stagione 2018-19, quando ha guidato lo Shattuck-St. La squadra under 18 di Mary con 101 punti in 55 partite. Ciò ha posto le basi per essere stato selezionato al primo turno dai Vegas Golden Knights nel draft NHL 2020, due settimane prima del suo 19esimo compleanno.

“Quando abbiamo giocato per la prima volta a Cali, era solo un giocatore medio”, ha detto York, che ha giocato contro il Brisson a livello giovanile. “È arrivato così lontano in così poco tempo.”

Altri due californiani sono anche nel roster statunitense di quest’anno: il difensore Ryan Johnson, una scelta al primo turno dei Buffalo Sabres nel 2019, e il portiere Dustin Wolf, una selezione di Calgary Flames 2019.

L’attuale generazione ha beneficiato enormemente dei giocatori NHL di alto livello che sono rimasti in California in pensione. Con i Junior Ducks, York e Johnson sono stati allenati dal padre di Johnson, Craig, che ha giocato 10 anni nella NHL, così come dal difensore della Hall of Fame e tre volte vincitore della Coppa Scott Niedermayer.

Sul Junior Kings, Brisson e Wolf sono stati allenati dall’attuale direttore generale dei Los Angeles Kings, Rob Blake, anche un campione di Hall of Famer e Coppa, e dal loro attuale direttore del personale dei giocatori, Nelson Emerson, un veterano di 771 partite di NHL.

Dopo un deludente debutto mondiale juniores nel 2020, quando il Team USA è stato escluso dalla Finlandia nei quarti di finale, York ha brillato questa volta. Era il secondo a segnare tra i difensori con sei punti in cinque partite in vista della semifinale contro la Finlandia. Partendo dalla formazione, Brisson ha due gol in cinque partite.

“Siamo tutti cresciuti guardando questo torneo”, ha detto Brisson. “Da bambino, segui tutti quei singoli giocatori. Ora sono uno di quei giocatori individuali che un bambino guarda. Potrebbe essere in Iowa, potrebbe essere a Chicago, potrebbe essere negli Stati Uniti o persino nel Nord America. È molto più grande di un torneo. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *