Un timeout per gli interpreti del primo tempo della NBA sta costando molto


“Ho dimenticato com’era essere di fronte a un pubblico”, ha detto Arestov.

Da allora si sono esibiti in un circo in Indiana, a un evento privato per un hotel e ad una raccolta fondi di Toys for Tots. Hanno sentimenti contrastanti sul fare la loro azione. Hanno voluto fare la loro parte durante la pandemia, hanno detto, che ha significato soprattutto restare a casa. Maas of Quick Change era lontanamente imparentato con Lyric attraverso il matrimonio.

Per una coppia che in genere trascorre circa 300 giorni all’anno in viaggio, è stato un adattamento.

“Penso che abbiamo visto tutto su Netflix”, ha detto Arestov, che ha stimato di aver perso circa il 95 per cento del loro reddito per l’anno. “Stiamo cercando di rimanere positivi. Possiamo vedere una luce alla fine del tunnel con i vaccini, ma ci siamo destreggiati tra le nostre finanze perché non c’è stato molto aiuto dal governo per il nostro settore “.

Borstelmann pensava da tempo che si sarebbe ritirato a 65 anni. A 62 anni si considera già – e fa un respiro profondo, qui – il più antico equilibrista acrobatico temerario del paese. C’è un elemento di rischio fisico che Borstelmann prende ogni volta che esegue la verticale a circa 25 piedi sopra il campo centrale.

“Sono l’unico degli interpreti del primo tempo che rischia davvero la vita, sai?” Egli ha detto. “Se cado, probabilmente non mi rialzerò.”

Ma la pandemia ha alterato la sua linea temporale – e in modo sorprendente.

“Ora”, ha detto Borstelmann, “voglio andare fino a 70 anni. Non lascerò che la pandemia mi ritiri”.

Dopo aver fatto uno spettacolo a metà tempo alla Grand Canyon University di Phoenix il 7 marzo, Borstelmann ha fatto le valigie sul suo minivan Chrysler e ha fatto il viaggio di quattro giorni di cross-country a Greensboro, NC, dove avrebbe dovuto esibirsi durante il torneo di basket maschile della Atlantic Coast Conference . Circa 15 minuti dopo essersi registrato in hotel l’11 marzo, ha ricevuto la notizia che i funzionari della conferenza stavano annullando il torneo. Borstelmann si è seduto sul letto a guardare “SportsCenter” di ESPN e ha cercato di digerire il significato di tutto ciò.

“Ho perso i miei ultimi 12 contratti”, ha detto Borstelmann. “Mi ha colpito duramente. Mio dio. Probabilmente è il denaro che riesco a risparmiare da un’intera stagione al netto delle spese e di tutto il resto “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *