Un riconoscimento facciale imperfetto porta all’arresto e alla prigione per l’uomo del New Jersey

Clearview AI è uno strumento di riconoscimento facciale che utilizza miliardi di foto raccolte dal Web pubblico, inclusi Facebook, LinkedIn e Instagram. Il fondatore di Clearview AI, Hoan Ton-That, ha detto che gli ufficiali affiliati alle agenzie statali in cui le informazioni sono state analizzate nel caso, note come centri di fusione, non stavano utilizzando l’app della sua azienda in quel momento.

Secondo il rapporto della polizia, in questo caso la corrispondenza era con una foto della licenza, che risiederebbe in un database del governo, a cui Clearview AI non ha accesso. Le forze dell’ordine coinvolte nell’incontro – il New York State Intelligence Center, il Regional Operations Intelligence Center del New Jersey e due investigatori statali – non hanno risposto alle richieste di informazioni su quale sistema di riconoscimento facciale è stato utilizzato.

A gennaio, dopo un articolo del New York Times su Clearview AI, il procuratore generale del New Jersey, Gurbir S. Grewal, ha posto una moratoria sull’uso di Clearview da parte della polizia e ha annunciato un’indagine su “questo prodotto o prodotti simili”. Un portavoce dell’ufficio del procuratore generale ha affermato che la Divisione di giustizia penale del New Jersey stava ancora valutando l’uso di prodotti per il riconoscimento facciale nello stato e che lo sviluppo di una politica che ne disciplina l’uso era in corso.

Dopo il suo arresto, il signor Parks è stato trattenuto per 10 giorni presso il Middlesex County Corrections Center. New Jersey’s sistema senza cauzione utilizza un algoritmo che valuta il rischio dell’imputato piuttosto che il denaro per determinare se un imputato può essere rilasciato prima del processo.

Un decennio fa, il signor Parks è stato arrestato due volte e incarcerato per aver venduto droga. È stato rilasciato nel 2016. Il punteggio di valutazione della sicurezza pubblica che ha ricevuto, che avrebbe tenuto conto delle sue condanne passate, era abbastanza alto da non essere rilasciato dopo la sua prima udienza. Sua madre e la fidanzata hanno assunto un avvocato, che è stato in grado di farlo uscire di prigione e in un programma di monitoraggio preliminare.

La sua storia con il sistema di giustizia penale è ciò che ha reso questo incidente così spaventoso, ha detto, perché questo sarebbe stato il suo terzo crimine, il che significa che era a rischio di una lunga condanna. Quando il pubblico ministero ha offerto un patteggiamento, ha quasi accettato anche se era innocente.

“Mi sono seduto con la mia famiglia e ne ho discusso”, ha detto il signor Parks. “Avevo paura di andare in giudizio. Sapevo che avrei avuto 10 anni se avessi perso. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *