Le case automobilistiche tedesche sono ricaricate e pronte ad affrontare Tesla

L’anno prossimo, Mercedes, una divisione di Daimler, introdurrà il EQS, una controparte alimentata a batteria per la classe S top di gamma dell’azienda. L’EQS, che costerà più di $ 100.000, sarà il primo veicolo costruito con la cosiddetta architettura del veicolo elettrico di Mercedes, la stessa idea della cassetta degli attrezzi modulare della Volkswagen.

Daimler afferma che l’EQS sarà in grado di percorrere 700 chilometri, o 435 miglia, con una carica. Sarebbe leggermente più dell’attuale Tesla S. Nel 2022, Daimler introdurrà ulteriori modelli basati sulla piattaforma del veicolo elettrico, tra cui un SUV alimentato a batteria, da produrre nello stabilimento dell’azienda a Tuscaloosa, Ala.

La BMW è stata più lenta dei suoi concorrenti nell’offrire veicoli elettrici di lusso. L’azienda è stata pioniera con la compatta i3 alimentata a batteria nel 2014, ma non ha mai preso piede tra gli acquirenti. BMW non prevede di iniziare a produrre la propria piattaforma elettrica pura fino al 2025, offrendo invece versioni elettrificate dei suoi modelli convenzionali.

Pieter Nota, il capo del marketing di BMW, ha detto ai giornalisti a novembre che la società non si aspettava che le vendite di veicoli elettrici decollassero fino al 2025. “Ecco perché a quel punto stiamo avviando la nostra piattaforma incentrata sulla batteria”, ha detto.

Dopo aver rubato una quota di mercato significativa da veicoli come la BMW Serie 3 e la Mercedes Classe C, Tesla ha mostrato una certa vulnerabilità. Le vendite in Europa della Model 3 sono state sostanzialmente invariate negli ultimi mesi, dopo che l’anno scorso ha decisamente superato le vendite delle case automobilistiche europee. La Renault Zoe, una compatta utilitaria progettata per l’uso urbano, ha superato la Model 3 diventando l’auto a batteria più venduta in Europa durante i primi 10 mesi del 2020.

La Volkswagen sta cercando di ridurre il vantaggio di Tesla nella tecnologia delle batterie. L’azienda ha investito $ 300 milioni in QuantumScape, un’azienda della Silicon Valley che sta sviluppando batterie allo stato solido. Se il nuovo tipo di batteria può essere perfezionato e prodotto in serie, costerà meno, si caricherà più velocemente e andrà oltre la tecnologia attuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *