Tesla non è riuscita a consegnare 500.000 veicoli nel 2020

Tesla è caduto poco prima di raggiungere l’obiettivo del CEO Elon Musk di fornire 500.000 veicoli nel 2020, il la società ha annunciato sabato, avendo spedito un record di 499.550 durante l’anno, ovvero il 99,91%. Tesla ha detto che il conteggio finale potrebbe variare fino allo 0,5 percento, quindi è possibile che eclisserà il segno di 500.000 nel momento in cui rivelerà le cifre definitive nei risultati dell’intero anno, in uscita alla fine di gennaio.

Ad ogni modo, è così più del doppio di quanto hanno fatto i prossimi più grandi venditori di veicoli elettrici nel 2020, come la BYD cinese o la Volkswagen tedesca. Ed è una ripresa notevole per Tesla considerando l’impatto che la pandemia di coronavirus ha avuto sulle sue operazioni durante la prima metà dell’anno. Mentre Tesla ha dichiarato nel gennaio 2020 che si aspettava di “superare comodamente” l’obiettivo di Musk di spedire 500.000 auto in tutto il mondo entro la fine dell’anno, la società ha dovuto chiudere il suo nuovo stabilimento in Cina e lo stabilimento di veicoli a Fremont, in California, per diversi settimane mentre il virus si diffondeva.

Musk ha affermato che Tesla sarebbe ancora in grado di raggiungere il suo obiettivo e la società ha seguito l’esempio, soprattutto dopo aver lanciato il SUV Model Y prima del previsto a marzo. Tesla ha consegnato 88.400 veicoli nel primo trimestre e 90.650 veicoli nel secondo. Ad ottobre, Tesla ha dichiarato di averlo consegnato 139.300 veicoli nel terzo trimestre, leggermente migliore di quanto previsto dai 137.000 di Wall Street. Ha avuto anche il suo quinto trimestre redditizio consecutivo nel terzo trimestre. Tutto ciò ha contribuito a far precipitare il prezzo delle azioni della società nella stratosfera, rendendolo la casa automobilistica più preziosa del pianeta.

Tesla ha apparentemente raggiunto l’obiettivo di 500.000 auto con un’altra classica spinta di fine trimestre, che ha persino visto il Il capo progettista dell’azienda, Franz von Holzhausen, consegna le auto. Musk stesso ha spronato i lavoratori Tesla la scorsa settimana andare “tutto fuori” per colpire nel segno. “Questa è una grande pietra miliare per convincere l’azienda a raggiungere il successo”, ha scritto. “Tutti i critici che, fino a due anni fa, hanno affermato che non ce l’avremmo mai fatta, hanno anche definito ‘impossibile’ il nostro obiettivo di mezzo milione nel 2020. Diamine con loro, lo stiamo facendo! ”

Tesla ha detto sabato che alla fine ha prodotto 179.757 veicoli nel quarto trimestre e ne ha consegnati 180.570, portando i suoi totali rispettivamente a 509.747 e 499.550 per l’anno. L’azienda ha venduto circa 130.000 veicoli in più rispetto al 2019.

L’obiettivo autoimposto di 500.000 auto di vendita fa parte del tentativo di Musk di trascinare l’industria automobilistica nell’era dell’energia pulita, sebbene sia un bar più modesto di quello che aveva stabilito una volta. Una volta Musk aveva previsto che Tesla avrebbe consegnato 1 milione di veicoli nel 2020. Ma lui in seguito indietreggiò da quel numero dopo che la società ha avuto problemi a incrementare la produzione della sua prima auto elettrica per il mercato di massa, la Model 3.

“Così orgoglioso del team Tesla per aver raggiunto questo importante traguardo! All’inizio di Tesla, pensavo che avessimo (ottimisticamente) una probabilità del 10% di sopravvivere “, ha twittato Musk sabato. “Tesla è responsabile di 2/3 di tutto il dolore personale e professionale nella mia vita insieme. Ma ne è valsa la pena. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *