La proprietaria dei Los Angeles Lakers Jeanie Buss parla di Leadership, Love and Magic


Questo ha attirato l’ira di suo fratello Johnny. “Ho letto sul giornale che mio fratello è stato licenziato pubblicamente”, ha detto Johnny Buss. “Ho chiamato mio fratello e lui ha detto, ‘Non avevo idea che Jeanie potesse licenziarmi in primo luogo.'” Una rissa legale tra i fratelli ha cementato il controllo di Jeanie.

Johnny, il proprietario dell’Ice House Comedy Club, ha detto che ora non sta parlando con suo fratello Jim e mantiene una distanza emotiva dalla gestione dell’azienda di famiglia e dalla sorella responsabile. “Jeanie è davvero maturata negli ultimi due anni, a un certo punto sono davvero orgoglioso di lei, ma non significa che le parlerò molto”, ha detto. (Non è stato possibile contattare un avvocato di Jim Buss per un commento.)

La signora Buss non si scusa.Mio padre aveva i suoi figli, ma i Lakers erano il suo bambino “, ha detto. “Mio padre ha detto: ‘Alla fine sei tu a comandare, devi proteggere il bambino.'”

Assumere il signor Johnson, ha detto, “ci ha rimesso sulla strada della stabilità e della rispettabilità”.

Ma nel 2019, meno di un anno dopo aver contribuito a firmare LeBron James, il signor Johnson ha lasciato, raccontando alla stampa prima della signora Buss. “Se avessi parlato prima con lei”, ha detto il signor Johnson, “non mi sarei mai dimesso, ecco perché ho dovuto farlo nel modo in cui l’ho fatto. Saremmo stati nella stanza a piangere insieme. “

La sua uscita – “l’abdicazione di Magic”, come l’ha definita Jackson – ha attirato l’attenzione dei media sul dramma della famiglia reale.

“Vorrei che fosse stato gestito meno pubblicamente”, ha detto la signora Buss. Ma si è dimostrata la leader stabile del club in mezzo a pressioni schiaccianti: la morte di Mr.Bryant e una pandemia che ha spinto la squadra in lutto in una bolla isolata, lontana dalla famiglia e distaccata da un movimento per i diritti civili di rilevanza personale per molti giocatori. “Mi viene un nodo alla gola solo pensando a quello che hanno fatto i giocatori nelle circostanze più difficili”, ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *