L’Italia inizia l’anno dell’anniversario di Dante con la mostra virtuale degli Uffizi | Italia


Ottantotto disegni della Divina Commedia di Dante, raramente visti, sono stati messi in mostra virtuale mentre l’Italia inizia un calendario di eventi lungo un anno per celebrare il 700 ° anniversario della morte del poeta.

I disegni, dell’artista rinascimentale cinquecentesco Federico Zuccari, sono esposti gratuitamente online dal Galleria degli Uffizi a Firenze.

“Fino ad ora questi bellissimi disegni sono stati visti solo da pochi studiosi ed esposti al pubblico solo due volte, e solo in parte”, ha detto Eike Schmidt, direttore degli Uffizi. “Adesso sono pubblicati integralmente, accanto a un commento didattico-scientifico, da dove provengono [Friday] saranno disponibili gratuitamente “.

Lucifero in un disegno di Zuccari.
Lucifero in un disegno di Zuccari. Fotografia: Roberto Palermo / AP

Dante Alighieri, noto come il padre della lingua italiana, nacque a Firenze nel 1265 e morì e fu sepolto a Ravenna nel 1321. Il suo poema epico, La Divina Commedia, è diviso in tre parti e traccia il viaggio di un pellegrino attraverso l’inferno, il purgatorio e il paradiso.

I bozzetti furono completati da Zuccari durante un soggiorno in Spagna tra il 1586 e il 1588. Delle 88 illustrazioni, 28 sono raffigurazioni dell’inferno, 49 del purgatorio e 11 del paradiso. Dopo la morte di Zuccari nel 1609, i disegni furono detenuti dalla nobile famiglia Orsini, per la quale l’artista aveva lavorato, e successivamente dalla famiglia Medici prima di entrare a far parte della collezione degli Uffizi nel 1738.

A causa della loro fragilità, in passato è stata esposta pubblicamente solo una selezione dei disegni a matita e inchiostro. La prima volta fu a Firenze nel 1865 in occasione del 600 °anniversario della nascita di Dante e dell’Unità d’Italia, e la seconda volta è stata per una mostra in Abruzzo nel 1993.

La foresta dei suicidi dalla Divina Commedia in uno schizzo di Zuccari.
La foresta dei suicidi dalla Divina Commedia in uno schizzo di Zuccari. Fotografia: Roberto Palermo / AP

“La Galleria degli Uffizi è davvero orgogliosa di aprire l’anniversario della morte del grande poeta mettendo a disposizione di tutti questa straordinaria collezione di arte grafica”, ha detto Schmidt. Ha aggiunto che le opere erano “materiale prezioso” non solo per i ricercatori ma anche per gli appassionati di Dante e interessati alla sua ricerca di “conoscenza e virtù”.

Eventi che commemorano l’anniversario della morte di Dante sono previsti durante tutto l’anno a Firenze, Ravenna e in altre 70 città e paesi legati al poeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *